Napoli, il mercato di corsa: tutto in due settimane

Napoli – Tutto nelle ultime due settimane. L’ingaggio a parametro zero del difensore brasiliano Juan Jesus (oggi firma e annuncio ufficiale) ha messo lentamente in moto il mercato del Napoli, dopo oltre due mesi di stallo quasi totale su entrambi i fronti: entrate e uscite. Aurelio De Laurentiis si era limitato finora ad alcuni movimenti di contorno, restituendo (per fine prestito) Bakayoko al Chelsea e lasciando liberi alla scadenza dei rispettivi contratti Hysaj e Maksimovic. Ma il finale della campagna acquisti e cessioni del club azzurro promette di essere molto più movimentato, soprattutto se andrà in porto il passaggio di Kostas Manolas all’Olympiakos di Atene, che si potrebbe concretizzare già nel corso del prossimo fine settimana. L’addio del forte ed esperto difensore greco (che ha una valutazione di 15 milioni, possibile uno scambio con il mediano Camara) è infatti sempre più vicino e darebbe indirettamente il via libera alle altre tre operazioni in entrata su cui Luciano Spalletti fa grande affidamento per completare in extremis il suo organico.

Emerson Palmieri e Zaydou Youssouf

   Non è un mistero che il nuovo allenatore del Napoli abbia chiesto un terzino sinistro, con Emerson Palmieri che ha detto di no al Lione e sta facendo pressioni sul Chelsea per essere ceduto in prestito con obbligo di riscatto al club azzurro. La stessa formula è stata inoltre proposta dagli emissari di De Laurentiis al Saint-Etienne per portare in Italia il centrocampista Zaydou Youssouf, 22 anni: un mix promettente di fisico e doti tecniche. L’accordo con il giocatore c’è già, resta invece da trovare quello con la società transalpina. L’eventuale sostituto di Manolas è stato invece individuato nell’argentino Senesi, che però dovrebbe essere acquistato a titolo definitivo.

Cessioni

   Ma il Napoli ha sposato la linea dell’austeriry e quindi per sbloccare l’arrivo dei rinforzi saranno necessarie prima almeno un paio di cessioni. L’altro azzurro con i bagagli pronti è l’attaccante algerino Adam Ounas, valutato da De Laurentiis 20 milioni. La sua partenza e quella di Manolas permetterebbero al presidente di ridurre il monte ingaggi e allo stesso tempo di mettere da parte il tesoretto necessario per garantire a Spalletti altri tre rinforzi, da aggiungere a Juan Jesus. È invece in stand by il futuro di Lorenzo Insigne, che ha il contratto in scadenza e non ha ancora deciso il suo futuro. Se ne riparlerà dopo il debutto di domenica in campionato allo stadio Maradona, contro il Venezia. Da valutare le condizioni del capitano, che ieri ha lavorato in disparte per una lieve infiammazione al ginocchio. L’Inter resta alla finestra e potrebbe offrire come parziale contropartita Vecino. Alle porte ci sono un paio di settimane molto movimentate. Sul mercato non c’è più tempo da perdere.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime