Napoli, colpo di scena per Mertens: può restare con ingaggio ridotto

Napoli, colpo di scena per Mertens: può restare con ingaggio ridotto

Il futuro tutto da costruire. Magari con quella fisicità invocata da Luciano Spalletti al termine dell’1-1 contro la Roma nel ventre dello stadio Maradona.

L’allenatore azzurro ne sta parlando da qualche settimana con il presidente Aurelio De Laurentiis e l’incontro di martedì è andato in scena proprio per affrontare l’argomento mercato. Senza dimenticare ovviamente la scintilla da riaccendere dopo la doppia debacle a Fuorigrotta (un punto appena contro Fiorentina e Roma) che ha allontanato il Napoli dalla corsa scudetto.

La priorità è chiudere al meglio. Spalletti si attende una reazione da chi finora ha deluso in queste ultime cinque partite. Ogni riferimento al centrocampo non è puramente casuale. È questo il reparto che ha tradito le attese proprio nel momento più complicato della stagione. L’unico promosso a pieni voti è Stan Lobotka, ma lo slovacco sarà costretto a fermarsi per l’ennesimo infortunio muscolare, altro tallone d’Achille di questa stagione. Gli esami strumentali hanno confermato una lesione di basso grado al bicipite femorale destro.

Traduzione: resterà fuori una quindicina di giorni. Salterà sicuramente l’Empoli ed è a rischio pure per il match contro il Sassuolo. Spalletti dovrà trovare delle alternative ma soprattutto risposte da chi adesso sta deludendo. In cima alla lista c’è Piotr Zielinski. Il rendimento del polacco è calato negli ultimi due mesi e non c’è stata neanche quella risposta a livello caratteriale dopo che ha perso la maglia da titolare. Le prestazioni da subentrato sono state insufficienti, compresa l’ultima contro la Roma, quando ha sostituito proprio Lobotka. Spalletti lo ha difeso alla vigilia del match con i giallorossi (“Diventerà un grande”), ma intanto una riflessione sul talento polacco è cominciata: le qualità tecniche non sono in discussione, quelle mentali sì.

Tra un mese Zielinski compirà 28 anni e l’atteso salto di qualità non c’è mai stato. Che è poi lo stesso status di Fabian Ruiz. Lo spagnolo è stato uno dei migliori centrocampisti del campionato italiano fino al match con il Sassuolo dello scorso 1 dicembre: dopo l’infortunio non è stato più lo stesso. Sta convivendo con la pubalgia e questo tipo di problema rappresenta sicuramente un’attenuante al calo che è stato abbastanza evidente. È l’unico che, però, può dare qualcosa in termini di qualità di palleggio, quindi Spalletti andrà ancora avanti con lo spagnolo in attesa di capire cosa accadrà in estate.

Il contratto in scadenza 2023 può essere un’occasione per eventuali pretendenti che non mancano né in Spagna, né in Inghilterra. Bisognerà decidere pure il destino di Demme che si candida ad una maglia da titolare contro l’Empoli: il tedesco è passato da un ruolo di protagonista a quello di comprimario. La sua posizione non è più certa. Se riuscisse a ritrovare un minimo di continuità, il centrocampista potrebbe cambiare il suo destino. Reclama spazio in questo finale. Proprio come Mertens.

La storia del belga potrebbe terminare con un colpo di scena. De Laurentiis non esclude di presentargli una proposta di rinnovo a cifre molto più basse e il diretto interessato sarebbe pronto a dire sì. Ha un legame profondo con la società ma anche con la città, dove è nato suo figlio Ciro Romeo. Ad Empoli, intanto, spera di poter fare la differenza. Spalletti dovrà fare i conti anche con l’emergenza in difesa: Juan Jesus ha un lieve trauma distorsivo al ginocchio e proverà a recuperare, altrimenti – senza Koulibaly – toccherà a Tuanzebe. Prenota il rientro pure Di Lorenzo. Il futuro si costruirà già domenica contro l’Empoli.
 

Napoli, colpo di scena per Mertens: può restare con ingaggio ridottoFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments