Napoli, a Udine per continuare il magic moment. Ounas la possibile sorpresa di Spalletti

CASTELVOLTURNO (Caserta) – Toccata e fuga. Nemmeno il tempo di rientrare al Konami Training Center di Castel Volturno dopo lo scoppiettante pareggio di Leicester (atterraggio alle 5 del mattino di venerdì) e per il Napoli è già tempo di rimettersi in viaggio: destinazione la Dacia Arena di Udine, dove Insigne e compagni sono attesi dal posticipo della quarta giornata di campionato. È la seconda delle tre trasferte nello spazio di una settimana che il calendario ha sistemato sul cammino della squadra di Luciano Spalletti, tra Europa League e Serie A. Un tour de force molto impegnativo dal punto di vista tecnico e pure logistico, che si concluderà con il turno infrasettimanale di giovedì pomeriggio a Marassi contro la Sampdoria. Sette giorni con la valigia in mano e pochissimo tempo per tirare il fiato, con gli allenamenti tra una partita e l’altra fisiologicamente più blandi del solito, oltretutto, visto che la priorità per i giocatori è economizzare le energie: prima di correre di nuovo in aeroporto.

Spalletti, vigilia silenziosa

Si spiega così anche la vigilia silenziosa di Spalletti, che dopo aver parlato per due volte in Inghilterra si avvicinerà a fari spenti alla seconda trasferta in quattro giorni sul campo dell’Udinese. Annullata la conferenza stampa di presentazione nel quartier generale di Castel Volturno, dove il Napoli si è allenato a porte chiuse e tenendosi alla larga dagli sguardi più indiscreti. Il morale del gruppo è molto alto grazie alla scarica di adrenalina per la rimonta di Leicester, ma la fatica si fa sentire e dunque può tornare utile pure un po’ di pretattica, con il tecnico toscano che non renderà di dominio pubblico le sue scelte e al contrario proverà a tenerle nascoste fino all’ultimo, con l’obiettivo di sfruttare al massimo il fattore sorpresa.

Ounas possibile titolare

Ma qualcosa dal bunker di Castel Volturno trapela lo stesso. In primis dall’infermeria, da cui non arriveranno in tempo forze fresche da sfruttare contro l’Udinese. L’unica buona notizia è il ritorno almeno tra i convocati del portiere Meret, nel ruolo di vice Ospina. Demme, Lobotka, Ghoulam e Mertens non sono invece ancora arruolabili per la trasferta in Friuli, anche se stanno molto meglio e in tempi abbastanza stretti torneranno tutti a disposizione. Sta facendo in particolare dei passi da gigante specialmente l’attaccante belga, che ha perso cinque chili dopo l’operazione alla spalla e ha dimostrato di essere ormai quasi pronto. Meglio però non rischiarlo nel tour de force di settembre, non foss’altro perché nel reparto offensivo del Napoli le soluzioni alternative non mancano, con Petagna e soprattutto Ounas in rampa di lancio. L’algerino è stato decisivo con il suo ingresso nel finale a Leicester e ora si candida per una maglia da titolare in campionato.

Tre novità

Per Udine è in stretto ballottaggio con Zielinski, apparso invece ancora un po’ appannato in Inghilterra dopo l’infortunio alla coscia. I due si giocheranno il posto nel ruolo di trequartista e stavolta potrebbe spuntarla inizialmente Ounas, se Spalletti opterà alla fine nel 4-2-3-1 per una trazione ancora più offensiva del solito. Il Napoli ha risolto sempre nel finale le ultime tre partite contro Genoa, Juve e Leicester, ma questa volta le energie a disposizione sono di meno e gli azzurri proveranno ad avere un approccio differente alla Dacia Arena, provando a spingere subito sull’acceleratore e a portare dalla loro parte il risultato. Tre le novità sicure nella formazione, con Mario Rui, Manolas e Politano pronti al rientro tra i titolari, dopo aver riposato in Europa League. È il massimo del turnover che la squadra può permettersi in questo momento, nell’attesa che si svuoti almeno un po’ l’infermeria. Ma il vero antidoto alla stanchezza e allo stress per i viaggi è il morale alto: Insigne e compagni vogliono allungare a ogni costo il loro magic moment.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime