Mourinho: ”Corsa scudetto più aperta senza Ronaldo? Chiedete a Inzaghi”

“Con la Salernitana sarà una partita diversa rispetto a Trabzonspor e Fiorentina perché probabilmente giocheremo contro una squadra disposta con la difesa a cinque. Sarà dura ma dovremo trovare delle soluzioni. Cambio modulo? Possiamo fare tutto, questa squadra l’anno scorso ha giocato con una difesa a tre ma con dinamiche diverse. E’ difficile avere un solo modo di giocare e di costruire il gioco”, Queste le parole di José Mourinho alla vigilia della trasferta all’Arechi in casa della neopromossa granata.

“Esuberi? Ognuno è libero”

A poche ore dalla fine del mercato, un tema caldo in casa giallorossa sono gli esuberi. Da Pastore a Nzonzi, fino a Fazio che minaccia di ricorrere alla vie legali dopo essere stato inserito nella lista B dei giocatori che non si allenano con chi gioca in campionato. Mourinho parla in maniera chiara: “Ci sono giocatori di profili diversi e che hanno gente intorno a loro di profilo diverso. Se devo parlare di Pedro, chiaramente voleva giocare – dice lo Special One -. Per questa ragione si deve rispettare, anche se ha scelto un club rivale della città. C’è chi vuole giocare e qualcuno preferisce altro. Ognuno è libero di fare quello che ritiene giusto, ma lo stesso vale per la società e per me, che sono libero di prendere le mie decisioni”. Chi non si muoverà è Borja Mayoral. Mou smentisce attriti con il Real Madrid: “Conto su di lui. Abbiamo bisogno di tre attaccanti, due sono un rischio troppo grande per un’intera stagione”.

“Scudetto? Chiedete a Inzaghi”

Sulla formazione, ballottaggio aperto tra El Shaarawy e Carles Perez per sostituire lo squalificato Zaniolo. Poi conferme per Ibanez al posto dell’infortunato Smalling e Abraham ancora al centro dell’attacco. Mourinho viene poi incalzato sullo scudetto, soprattutto dopo l’addio di Cristiano Ronaldo alla Juventus: “E’ una domanda per Simone Inzaghi non per me”, taglia corto il tecnico portoghese, mettendo pressione al collega dell’Inter. “L’unica cosa che dico e mi sembra basilare e logico, se la Juve è felice, se Cristiano è felice e lo United è felice allora è il business perfetto – aggiunge Mou su CR7 -. Non c’è bisogno di parlare di Cristiano. Da venti anni fa la storia, non c’è nulla da commentare”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime