Monza, Galliani: “Palladino scelta coraggiosa come quella di Sacchi, è l’allenatore del futuro”

Al momento stai visualizzando Monza, Galliani: “Palladino scelta coraggiosa come quella di Sacchi, è l’allenatore del futuro”

“Palladino? Una scelta coraggiosa che paragonerei molto a quella di Sacchi”. Adriano Galliani commenta così la decisione del Monza di cambiare guida tecnica e di affidare la panchina ad un debuttante assoluto. Esonerato Stroppa (“Il calcio è questo, quando non arrivano i risultati il gioco prevede che si può esonerare un tecnico. Inutile fare discorsi etici, il Monza è ultimo in classifica e ha deciso di cambiare la guida tecnica”) il club brianzolo – un solo punto nelle prime sei giornate – si è affidato al 38enne napoletano, promosso dalla Primavera: “Non è un traghettore. È l’allenatore del futuro, il perché è molto semplice, ha cominciato molto bene il suo percorso”.

“Non mi candido al Senato”

Una scelta che ha sorpreso non poco: “Abbiamo pensato a lungo ad altri allenatori, con qualcuno abbiamo parlato ma poi la scelta è caduta su Palladino perché qui siamo certi che farà bene – ha spiegato l’ad brianzolo -. Ha solo 38 anni e già ci ha dato una mano, con lui forse avremmo potuto salire in B un anno prima. Ha debuttato con le giovanili, la settimana scorsa ha esordito con la Primavera facendo 5 gol all’Alessandria. Ci vuole il coraggio di fare scelte importanti, è questa è stata condivisa con Berlusconi. Dopo aver atteso 110 anni non vogliamo retrocedere. Ho preso una decisione coraggiosa: non candidarmi al Senato per seguire da vicino questa squadra. Siamo l’unica squadra che tre anni fa eravamo in C e con Palladino sono certo che ce la faremo a tenere la categoria. Vogliamo una squadra che faccia meglio rispetto alle prime giornate. A Lecce abbiamo pareggiato, ma non abbiamo tirato in porta”.

Palladino: “Ho perso la testa per questo lavoro”

Palladino non vede l’ora di iniziare: “Ho perso la testa per questo lavoro, ne sono innamorato. Ringrazio la società e mister Stroppa, che ha fatto un grande lavoro e dato un’idea di gioco alla squadra. Proprio Stroppa è stato uno dei primi a chiamarmi per farmi gli auguri. Nel mio calcio cerco di portare in campo quel che ho imparato da chi mi ha allenato: Gian Piero Gasperini è un maestro, sin dai tempi della Primavera della Juventus. Ma ho fatto miei anche gli insegnamenti di Lippi, Donadoni e Deschamps. La società mi ha chiesto di inculcare le mie idee, di far andare più forte la squadra. Il Presidente Berlusconi e il direttore mi hanno chiesto di fare soltanto il mio meglio, di questo sono super felice, è una dimostrazione di fiducia”.

Esordio contro la Juve

L’esordio sarà di fuoco, domenica a Monza arriva la Juve: “Mi sto concentrando sul discorso tattico, stiamo cercando di trovare le soluzioni migliori, stiamo provando a inculcare ai ragazzi la mia idea di calcio, ma non deve mancare l’aspetto emotivo. Dopo dei risultati negativi a livello emotivo sei giù, ma devo dire che ho trovato dei ragazzi con tanta disponibilità. Nel calcio in cui credo io non può mancare l’entusiasmo. Devono restare leggeri, positivi. Dobbiamo giocare con un cuore grande e un’anima pazzesca”.

Monza, Galliani: "Palladino scelta coraggiosa come quella di Sacchi, è l'allenatore del futuro"Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

ma… farla due settimane e qualche partita fa?
ma… da inizio campionato non sarebbe stata ancor piú coraggiosa?
ipocritaaaa!!! come sempre…