Mondiali Qatar, sul sito della Fifa l’opzione “territori palestinesi occupati” invece che Israele

Al momento stai visualizzando Mondiali Qatar, sul sito della Fifa l’opzione “territori palestinesi occupati” invece che Israele

Mondiali Qatar, sul sito della Fifa l'opzione "territori palestinesi occupati" invece che Israele

I tifosi israeliani possono volare in Qatar per assitere ai Mondiali di calcio, ma quando hanno aperto il menù della prenotazione non hanno trovato nella lista dei Paesi di provenienza Israele. Cliccando sulla mappa è apparsa invece la dicitura “territori palestinesi occupati“. Scritta che campeggiava nell’area hospitality del sito della Fifa e che è rimasta online per alcune ore fino a che il portale non è andato in tilt. Un incidente diplomatico che ha rischiato di far saltare gli accordi trovati dopo molto lavoro nei mesi scorsi. Perché in Israele questo episodio ha avuto un grande impatto mediatico.

Uno screenshot del sito della Fifa dove si legge "territori palestinesi occupati" Uno screenshot del sito della Fifa dove si legge "territori palestinesi occupati"
Uno screenshot del sito della Fifa dove si legge “territori palestinesi occupati” 

Errore che ha rischiato di rovinare quanto di buono costruito finora. Dopo una fitta rete di colloqui tra diplomatici dei due Paesi, nazioni storicamente divise, si era giunti infatti alla stretta di mano: gli israeliani possono entrare in Qatar per assistere alle partite dal 21 novembre al 18 dicembre 2022. A patto che, al momento della prenotazione, richiedano online un documento – una sorta di tessera del tifoso – che garantisce l’ingresso in Qatar, la scelta di una stanza in hotel e l’accesso agli stadi.

In cambio Israele, in giugno, ha dato il via libera all’apertura del proprio spazio aereo in accordo con le autorità aeronautiche giordane ed europee per ridurre i tempi di volo. Israele aprirà il suo spazio aereo ai voli internazionali da e per il Qatar durante il Mondiale. In questo modo i tifosi europei e americani diretti in Medio Oriente potranno sorvolare lo stato ebraico, Cipro e la Giordania, sia all’andata che al ritorno, riducendo notevolmente la durata del viaggio.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments