Mondiale Qatar, alberghi contro i gay: ”Non vi fate riconoscere dai vestiti”

Mondiale Qatar, alberghi contro i gay: ''Non vi fate riconoscere dai vestiti''

Mondiale Qatar, alberghi contro i gay: ''Non vi fate riconoscere dai vestiti''

Gli hotel in Qatar non vedono di buon occhio le coppie gay. E’ quanto emerge da un’indagine portata avanti dal portale ‘SVT Sport’ insieme a ‘NKR’ e ‘DR’, che in vista del prossimo mondiale 2022, al via il prossimo 21 novembre, hanno contattato i 69 alberghi consigliati dalla Fifa sul proprio sito per vedere il livello di accoglienza in caso di coppie omosessuali.

I numeri dell’indagine

Delle 69 strutture contattate, 10 non hanno nemmeno risposto alla richiesta. Dagli altri 59 hotel sono invece arrivati consigli non proprio edificanti: ”Dovete vestirvi in un certo modo, possibilmente senza dare nell’occhio”, una delle raccapriccianti risposte che invitava di fatto a evitare un abbigliamento che indicasse il proprio orientamento. Fortunatamente, spiega ‘SVT Sport’, 33 alberghi su 69 hanno dato la loro disponibilità alle coppie LGBT, anche se parliamo di meno della metà delle strutture contattate. Delle altre, 13 si sono dichiarate contrarie senza concedere la possibilità di prenotazione. E pensare che nei mesi scorsi il presidente della Fifa, Gianni Infantino, quando da Doha aveva fatto scattare l’ufficiale conto alla rovescia al Mondiale, aveva dichiarato di come tutti fossero benvenuti in Qatar, impegnandosi in prima persona per evitare spiacevoli episodi con il governo dello Stato del Golfo. In Qatar infatti, secondo Amnesty International, le relazioni omosessuali sono vietate e possono portare ad una detenzione di 7 anni. Da questo punto di vista, anche un evento importante come il Mondiale non sembra sia servito per accelerare il processo di integrazione e rispetto.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments