Milan, Pioli: “Non conta più cosa fanno gli altri, dipende solo da noi”

Il Milan è artefice del proprio destino nella corsa scudetto: Stefano Pioli ne è perfettamente consapevole e, alla vigilia del match di lunedì contro il Bologna, potrà sedersi davanti alla tv e seguire Juventus-Inter, con la possibilità 24 ore dopo di approfittare dello scontro diretto per allungare ancora in vetta: “Guarderò sicuramente la partita, ma con molto distacco. Non conta più quello che fanno gli altri – afferma il tecnico rossonero in conferenza stampa – Scendere in campo conoscendo il risultato della sfida di questa sera non cambia nulla. Dobbiamo rimanere concentrati su ciò che possiamo determinare, ovvero la nostra gara. Ha ragione Tomori, stiamo vivendo un momento con tensione positiva ed è un onore. Ho trovato un Milan attento, che ha la sensibilità per capire che ogni partita è un treno che ti passa davanti, devi salirci sopra e guidarlo”.

“Mihajlovic sa volare sopra la paura”

Il pensiero corre poi a Mihajlovic, di nuovo alle prese con la lotta contro la leucemia: “Mi spiace non poter sfidare il Bologna con la presenza di Sinisa in campo, ma sono sicuro che presto lo ritroverò. Ha dimostrato di saper volare sopra la paura e le difficoltà. Queste caratteristiche appartengono anche al suo Bologna. Ho visto la videochiamata che ha fatto alla squadra dall’ospedale. Mi aspetto un avversario aggressivo e molto motivato”. Pioli fa il punto anche sullo stato di salute dei suoi ragazzi: “Chi è rimasto a Milanello ha lavorato molto bene, chi purtroppo è stato eliminato dai Mondiali conto che abbia grande voglia di riscatto. Ibrahimovic convive con i suoi acciacchi, ma con grande motivazione ed è a disposizione. Il suo compito sarà quello di aiutare la squadra ad ottenere il massimo”.

“Il momento più alto della mia carriera deve arrivare”

Intanto, il tecnico rossonero si gode un Giroud in gran forma e parla della sua parabola di allenatore: “Olivier sta molto bene, ha segnato gol importanti e sono contento per lui. Il momento più elevato della mia carriera deve ancora arrivare. Finiamo la stagione e poi vediamo dove saremo. È chiaro che non vogliamo tirarci indietro e affronteremo le ultime giornate con grande forza ed energia. Al termine tireremo le somme e in caso di risultato positivo sarà merito di tutto l’ambiente. Mi auguro che la squadra sia capace di mettere in campo le proprie qualità. Ci sono momenti in cui bisogna ragionare e altri in cui andare a mille”.

Milan, Pioli: "Non conta più cosa fanno gli altri, dipende solo da noi"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments