Milan, Pioli: “Insulti a Maignan, un brutto episodio. Certe partite vanno chiuse prima”

Terza vittoria di misura per il Milan di Stefano Pioli che sbanca l’Unipol Domus con l’undicesimo 1-0 stagionale e torna a +3 sul Napoli e soprattutto a +6 sull’Inter (che dovrà recuperare ancora la partita col Bologna). Il Diavolo ha rischiato solo nel finale quando i sardi hanno colpito una traversa con Pavoletti, ma Pioli non può che essere soddisfatto della prova dei suoi che avrebbero potuto chiudere il match in più di un’occasione. “La squadra ha giocato con la mentalità giusta. Ha fatto un’ottima prestazione, ma dobbiamo imparare a chiudere prima queste partite. Questo è un ulteriore step sul quale dobbiamo lavorare”.

“Continuare ad attaccare, non possiamo gestire”

“Dobbiamo continuare ad attaccare – ha spiegato il tecnico -, non siamo quel tipo di squadra che può gestire le partite. Abbiamo provato continuamente a essere pericolosi, mi piace giocare così e non ci piace difendere bassi. Non siamo perfetti, ci sono pregi e difetti”.

Nervosismo dopo il triplice fischio con Maignan che ha reagito agli insulti razzisti provenienti dalla curva sarda con gli animi che si sono ulteriormente scaldati dopo l’esultanza con Tomori, altro giocatore nei mirino dei tifosi rossoblù. “È la prima volta che Maignan reagisce a una situazione del genere. Mike mi ha detto ‘non è possibile sentire certi insulti’. Lui non reagisce mai, qualcosa di brutto è successo, Tomori mi ha detto la stessa cosa”.

“Tutte le prime 4 possono vincere lo scudetto”

Pioli continua a restare vago sul discorso scudetto: “Le prime quattro possono vincere lo scudetto, le prime tre hanno il 30% e la Juve ha il 10%”. Sottotono Leao, sostituito nella ripresa da Rebic. “Abbiamo preferito accentrare i terzini e tenere larghi gli esterni d’attacco. Leao si è accentrato troppo e quindi lo abbiamo servito poco, mentre lui deve stare più largo con Theo che deve inserirsi centralmente”.

Milan, Pioli: "Insulti a Maignan, un brutto episodio. Certe partite vanno chiuse prima"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments