Milan, Pioli: “Ho rivisto quell’unità di intenti che era mancata a Londra”

Al momento stai visualizzando Milan, Pioli: “Ho rivisto quell’unità di intenti che era mancata a Londra”
Milan, Pioli: "Ho rivisto quell'unità di intenti che era mancata a Londra"

“Abbiamo disputato una grande partita. Ho rivisto quell’unità di intenti che era mancata a Londra”. Stefano Pioli è decisamente soddisfatto della reazione del Milan dopo la sconfitta in Champions. Contro la Juventus voleva vedere un’altra prestazione ed è stato accontentato: “È stata una gara di intensità elevata. Complimenti ai ragazzi che hanno speso tanto. Abbiamo messo in campo grande energia, pur sbagliando qualcosa di troppo nei primi 20′. A Londra ci siamo disuniti e ci siamo fatti intimorire dagli avversari. Stavolta invece abbiamo lavorato tanto tutti insieme. Se continuiamo così, le qualità per determinare le abbiamo. Ho deciso di mettere Pobega per avere più sostanza in mezzo al campo. Credo abbia funzionato. Noi cerchiamo di forzare l’errore dell’avversario, aggredendo sempre. È quello che è mancato con il Chelsea”.

“Brahim Diaz al posto di Ketelaere? E’ più adatto a giocare sulla fascia”

De Il tecnico rossonero poi si sofferma sulla prova dei singoli, a cominciare da Tomori che con il suo gol ha spaccato in due la partita. ” Tomori ha un grande spirito ed entusiasmo. È un grande e ci ha dato una spinta decisiva. Leao? L’ultimo tassello per la sua crescita lo deve mettere nella fase di non possesso. Gli manca poco, ha mezzi fantastici. Perché ho scelto Brahim Diaz? In questo momento di carenza a destra De Ketelaere può giocare sulla fascia ma non è la sua posizione ideale. Diaz, all’occorrenza, lo vedo meglio in quel ruolo. Ha grande volontà, anche quando gioca meno”, conclude.

Brahim Diaz: “Dispiace per il giallo, non toglierò più la maglia per esultare”

Brahim Diaz, dal canto suo, ringrazia Pioli: “Dove il mister mi mette, io gioco. Le decisioni sono sue. Siamo una squadra unita. L’esultanza sul gol? Leao mi ha portato sulle spalle, mi sentivo un gigante. Mi sono tolto la maglia dopo avere segnato e ho preso il giallo. Era tanto che volevo esultare così, ma non lo farò più. In gol insieme a Tomori contro la Juve per la seconda volta? Sono felice, ma l’importante sono i 3 punti. Dopo il ko contro il Chelsea era importante vincere”, conclude.

Milan, Pioli: "Ho rivisto quell'unità di intenti che era mancata a Londra"Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments