Milan, Pioli: ”Crediamo nello scudetto, Roma esame difficile”

“Scudetto? I ragazzi ci credono. Dobbiamo mettere in campo tutto il nostro potenziale e provare a vincerle tutte”. L’aggancio al Napoli in vetta alla classifica ha dato al Milan ancora più consapevolezza della propria forza e così Stefano Pioli, alla vigilia della difficile trasferta in casa della Roma, non si nasconde parlando dell’obiettivo tricolore.

“Mou grande tecnico”

Pioli elogia gli avversari giallorossi: “La Roma è imbattuta in casa, l’unica che ha pareggiato col Napoli. Ha talento, qualità e carattere: è un avversario importante. Tutte le partite per noi sono esami e ci prepariamo per superare esami difficili. Crediamo di esserci preparati bene ma sarà una partita difficile perché la Roma ha un grande attacco”. Dal canto suo però il Milan, nove vittorie nelle prime 10 gare, non partiva così bene in campionato da 67 anni. “L’aspetto più importante è quello caratteriale: contro il Napoli i giallorossi sono stati aggressivi, con grande fisicità e determinazione – aggiunge Pioli -. Dobbiamo aspettarci anche un tipo di ambiente caldo. Noi dobbiamo essere puliti dal punto di vista tecnico e lucidi nelle scelte. Stiamo facendo con il Napoli un percorso eccezionale, poi ogni squadra ha il proprio modo di giocare”. Il tecnico rossonero spende poi belle parole su Mourinho: “E’ un grande allenatore e manager, ha vinto ovunque. E’ bravo a dare un’identità tattica e mentale alle sue squadre”.

Staffetta Ibra-Giroud

Buone notizie dall’infermeria per Pioli. Dopo Theo Hernandez (“giocherà dall’inizio anche se Ballo-Toure ha recuperato”), si è negativizzato dal Covid anche Brahim Diaz, pronto a riprendersi il posto sulla trequarti: “Sta bene e ha quasi fatto una settimana di lavoro completo, ma nessuno in questa squadra è indispensabile”. Non ci sarà Rebic (“con la caviglia non è ancora a posto”), in attacco si va verso l’ormai solita staffetta Ibra-Giroud: “Stanno meglio e hanno messo minutaggio nelle ultime partite, la condizione non è ottimale per entrambi. Uno dei due giocherà dall’inizio, l’altro potrà subentrare”. No comment sulle parole di Leonardo, che ha smentito l’interesse del Psg su Kessie e lo stesso Theo: “Non mi interessano le parole di Leonardo, ma vedere i ragazzi sempre concentrati al massimo”. Chiusura su Messias e Florenzi: “Sono vicini al recupero”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x