Milan-Cagliari 4-1, ai rossoneri basta un tempo. E Giroud fa doppietta

MILANO –  Vince e si diverte il Milan che, davanti ai 35mila di San Siro, resta a punteggio pieno dopo due giornate condividendo la vetta della classifica con Lazio, Inter, Roma e Napoli. Il 4-1 sul Cagliari matura interamente nel primo tempo e così gli uomini di Pioli possono concedersi il lusso di risparmiare energie preziose per tutta la ripresa. I rossoneri mettono in mostra un Tonali che detta con personalità i tempi del gioco e un Giroud prezioso non solo in fase di finalizzazione, ma anche di rifinitura. I sardi, costretti ancora una volta a inseguire dopo pochi minuti, si illudono grazie al pari di Deiola per poi crollare nel finale di primo tempo.

<<La cronaca della gara>>

Krunic confermato in mediana

Pioli ripropone in blocco la formazione schierata lunedì a Marassi, preferendo ancora Krunic a Bennacer per fare coppia con Tonali in mediana. Semplici, oltre all’inserimento forzato di Radunovic per sostituire l’infortunato Cragno tra i pali, schiera Ceppitelli al posto di Walukiewicz in difesa. Il ritmo è subito alto, soprattutto per merito del Milan che va a pressare con grande intensità i portatori di palla del Cagliari.

Deiola risponde a Tonali

Al 9′ è provvidenziale l’intervento in scivolata di Carboni per murare il tiro da pochi passi di Leao, smarcato da un delizioso tacco di Giroud. San Siro si scalda e a far esplodere il tifo rossonero è una punizione di Tonali tre minuti più tardi: la parabola indirizzata all’incrocio dei pali è perfetta e Radunovic non ci arriva. I rossoblu non si perdono d’animo e al 15′ trovano subito il pari con un colpo di testa di Deiola, che vola più in alto di tutti sulla palla profonda di Joao Pedro.

Leao riporta avanti il Milan

La gara non concede pause, i rossoneri si riversano immediatamente nella metà campo avversaria e appena due minuti dopo sono di nuovo avanti, aiutati anche dalla fortuna. Il tiro dal limite di Leao, infatti, sbatte fortuitamente sul corpo di Brahim Diaz e la deviazione mette fuori causa il portiere dei sardi. La Lega decide comunque di attribuire la rete al portoghese, in quanto il tocco del compagno viene giudicato involontario e la conclusione era indirizzata nello specchio.

Doppietta di Giroud

Dopo il rocambolesco vantaggio, però, il Milan legittima la propria superiorità con una straripante seconda metà di tempo. Giroud mette la firma sul suo primo gol ufficiale in rossonero, calciando a giro sul secondo palo dall’interno dell’area sul perfetto invito di Brahim Diaz. Radunovic è bravo a evitare il poker sulla girata di Tomori, ma non può nulla sul rigore concesso con l’intervento del Var per un tocco di braccio di Strootman e trasformato in modo impeccabile ancora da Giroud.

Rossoneri in controllo

Nella ripresa il Milan gestisce senza problemi il rassicurante vantaggio e Pioli può permettersi di far rifiatare alcuni titolari, concedendo la standing ovation a Tonali e nel recupero anche la meritata passerella a Giroud. Il Cagliari cerca di rendere meno pesante il passivo ma, a parte una punizione di Lykogiannis sventata da Maignan, non arriva mai a impensierire il portiere francese.

Calendario di ferro dopo la sosta

Il Milan fa dunque il pieno di autostima e si presenta alla sosta a punteggio pieno, viatico perfetto per affrontare al meglio il calendario che alla ripresa riserva ai rossoneri incroci da brividi con Lazio, Liverpool e Juventus. In casa Cagliari invece c’è ancora tanto da lavorare, come dimostrano i sei gol subiti nelle prime due uscite di campionato.

Milan-Cagliari 4-1 (4-1)
Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali (23′ st Bennacer), Krunic; Saelemaekers (23′ st Florenzi), Brahim Diaz (40′ st Maldini), Leao (23′ st Rebic); Giroud (47′ st Castillejo). All. Pioli.
Cagliari (3-5-2): Radunovic; Ceppitelli (18′ st Zappa), Godin, Carboni; Nandez, Marin, Strootman (30′ st Farias), Deiola (40′ st Pereiro), Dalbert (30′ st Lykogiannis); Joao Pedro, Pavoletti (40′ st Ceter). All. Semplici.
Arbitro: Serra di Torino.
Reti: 12′ pt Tonali, 15′ pt Deiola, 17′ pt Leao, 24′ pt Giroud e 43′ pt Giroud (rig).
Note – Serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Dalbert, Deiola, Strootman, Godin, Brahim Diaz, Nandez.
Angoli: 8-3. Recupero: 2′, 2′.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime