Messi ha Barcellona nel cuore: “Tornerò a vivere lì. E magari come dirigente…”

Il suo trasferimento in estate dal Barcellona al Paris Saint Germain ha suscitato scalpore e polemiche, però Lionel Messi non ha certo dimenticato la Catalogna. E ammettendo che il passaggio nella capitale francese è stato “un grande cambiamento” nella sua vita, promette che un giorno tornerà a vivere a Barcellona e probabilmente tra i blaugrana, presumibilmente con un ruolo da dirigente. “Torneremo a vivere a Barcellona, la nostra vita sarà sicuramente lì. È quello che vuole mia moglie e quello che voglio anche io – assicura il fuoriclasse argentino in un’intervista al quotidiano spagnolo ‘Sport’ – Non so se sarà subito dopo la scadenza del mio contratto a Parigi, ma torneremo a vivere a Barcellona. Mi piacerebbe fare il direttore sportivo prima o poi. Non so se sarà al Barcellona o no. O se sarà in qualche altro modo. Ma ho sempre detto che vorrei poter aiutare il club dove potrei essere utile, se c’è una possibilità”.

“A Barcellona nessuno mi ha chiesto di giocare gratis”

Quindi la ‘Pulce’ torna sull’addio al club catalano, che ha lasciato in lacrime ad agosto, fornendo una versione in contrasto con la narrazione ufficiale della sua ex società. “Ho fatto di tutto per restare, era ciò che desideravo, ma mai in nessun momento mi è stato chiesto di giocare gratis. Mi è stato chiesto di abbassare il mio stipendio del cinquanta per cento e l’ho fatto senza alcun problema. Eravamo disposti ad aiutare di più il club. Il mio desiderio e quello della mia famiglia era di restare a Barcellona”, ha insistito Messi, proclamando una volta di più il suo amore per il Barça: “Se c’è una possibilità vorrei poter tornare di nuovo perché è un club che amo e vorrei che continuasse ad essere forte, a crescere e ad essere uno dei migliori del mondo”.

“Ritiro dopo Mondiali 2022? Non ci penso”

Comunque a 34 anni il capitano dell’Argentina dice di “non pensare al ritiro” dopo la Coppa del Mondo 2022 in Qatar e assicura di vivere “alla giornata” . “No, sinceramente non penso alla pensione. Dopo quello che mi è successo, vivo giorno per giorno, anno dopo anno. Non so cosa accadrà ai Mondiali. Oppure dopo i Mondiali. Non ci penso. Accadrà quello che dovrebbe succedere in quel momento “, afferma Messi, in corsa per il Pallone d’Oro, che verrà assegnato il 30 novembre al Théâtre du Châtelet di Parigi, premio che ha già conquistato sei volte. “Se dovesse accadere, un settimo Pallone d’Oro sarebbe straordinario, per quello che significherebbe per me vincerne uno in più. Un settimo sarebbe pazzesco. Altrimenti poco importa”, il giudizio del campione argentino.

“Voglio conquistare di nuovo la Champions dopo tanti anni”

Messi, dunque, preferisce concentrarsi sul presente e dare appuntamento a mercoledì per il match contro il Lipsia valido per la Champions League. Una partita per la quale dovrebbe essere disponibile, nonostante l’uscita all’intervallo della sfida di Ligue 1 contro il Lille giocata venerdì. D’altronde, il suo Psg punta deciso a trionfare nell’Europa che conta: “La squadra ha una grande rosa e io voglio continuare a vincere – ha concluso Messi – Voglio conquistare di nuovo la Champions League dopo tanti anni”. Per poi magari appendere gli scarpini al chiodo e fare ritorno nella ‘sua’ Barcellona, evidentemente mai dimenticata.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime