Messi, addio al Barcellona tra le lacrime: “Non ero pronto a tutto questo. Il Psg? Stiamo parlando”

Piange ancora prima di iniziare a parlare, Leo Messi. E’ il giorno dell’addio al Barcellona per il campione argentino, che lascia la maglia blaugrana dopo il mancato accordo per il rinnovo. In sala ci sono tutti i trofei vinti (35), la squadra al completo, il presidente Laporta. “La verità è che è difficile per me dopo tanti anni, dopo aver trascorso tutta la mia vita qui. Non sono pronto, non è come avevo pensato. Devo dire addio a tutto questo dopo 21 anni, vado via con mia moglie e tre bambini catalano-argentini a cui ho promesso che questo è un arrivederci. Questo club è stato così buono con me, mi ha dato così tanto”, ha aggiunto il fuoriclasse argentino. “Sono successe tantissime cose belle”.

“Ho dato tutto per questa maglia, perché diventasse il migliore del mondo. Sono grato per tutto l’affetto che ho ricevuto dalla gente. Ringrazio a tutti i miei compagni che sono qui, non avevo mai immaginato questo addio, non sapevo che sarebbe andata così. Avrei voluto salutare in campo per avere l’ultima ovazione dei miei tifosi, mi sono mancati molto durante la pandemia”, ha aggiunto.

(afp)

Alle parole di Messi è seguito un lungo applauso. “E’ difficile parlare di un momento soltanto, abbiamo vissuto tante cose positive – ha detto la Pulce rispondendo alla prima domanda dei giornalisti -. Credo che il momento del debutto sia stato il più importante, stavo realizzando il mio sogno ed è stato meraviglioso”.

E ancora: “Laporta ha fatto tutto il possibile, ho sentito tante cose riguardo al fatto che non avrei continuato, però io volevo rimanere. La verità è che la volontà comune era questa, ma non abbiamo potuto. La mia vita cambierà completamente, cambierà tutto, dovremo ricominciare da zero, io e la mia famiglia. Non sarà facile, ma ci riusciremo. Non ho mai detto bugie. L’anno scorso volevo andare via. Ora arriveranno altri giocatori, il club è superiore a tutto e a tutti. La gente si abituerà alla mia assenza. All’inizio è strano ma poi si abitueranno. Ci sono ottimi giocatori e una rosa ottima, le cose andranno bene”.

Il futuro dovrebbe essere in Francia, al Psg: “Se il Paris Saint Germain è una possibilità? Quando è uscito il comunicato dell’addio al Barcellona molti club si sono informati sulla mia situazione, ma al momento non c’è nulla di chiuso. Però stiamo parlando”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime