Mercato, Ronaldo vuole il divorzio: ma la Juve pretende soldi. Milan su Adli e Corona

ROMA – Ultimi giorni di mercato e Cristiano Ronaldo tiene in ansia i tifosi della Juventus: il portoghese vuole andare via e il suo agente Mendes sta lavorando per portarlo gratis al Manchester City, mentre la Juve chiede 35 milioni (è a bilancio a 28). Summit tra Lazio e Eintracht per Kostic. Milan, Corona dopo Bakayoko. E intanto il Real progetta un futuro sempre più “galactico”.

Juventus, Ronaldo vuole il divorzio

Ore febbrili in casa Juventus per la situazione legata a Cristiano Ronaldo: il fenomeno portoghese ha espresso il desiderio di andare via un anno prima dalla scadenza del suo contratto, ma alla Juve offerte ufficiali non sono arrivate. Stamane Jorge Mendes ha incontrato la dirigenza bianconera, irritata per le voci sul divorzio (visto che proposte da altri club, come detto, non sono arrivate) e curiosa di capire una volta per tutte la posizione del calciatore. Mendes ha parlato dell’opzione City, che però non è disposto a pagare per il cartellino di CR7, tanto più che Pep Guardiola non sarebbe affatto d’accordo con questa operazione ed è invece deciso a tenersi Gabriel Jesus, pallino di Allegri. La Juve, vista la volontà di Cristiano, è entrata nell’ottica di cederlo, ma – ripetiamo – alle proprie condizioni: Agnelli – che non aveva contemplato l’uscita dell’attaccante in questa sessione di mercato – intende monetizzare l’eventuale cessione e non cedere il cartellino gratuitamente al City. I bianconeri chiedono 35 milioni di euro al club inglese e, nelle ultime ore, hanno preso contatti con il manager Raiola per parlare di Kean, a sua volta stimato da Allegri. Di sicuro, Ronaldo vorrebbe tornare in Premier ma certo non scarta l’ipotesi Psg (che peraltro smentisce ogni interessamento): le prossime ore saranno decisive sul fronte CR7, con il portoghese che ha già preso la sua decisione.

Milan, Bakayoko in arrivo. Poi Adli e l’assalto a Corona

Ultimi giorni di mercato in casa rossonera per Maldini e Massara. Tante le trattative in entrata che il Milan sta portando avanti, tra cui quella per Bakayoko. Il centrocampista francese è atteso nei prossimi giorni a Milano. Affare con il Chelsea in dirittura d’arrivo con la formula del prestito e diritto di riscatto. Dopo Bakayoko, i rossoneri cercheranno di consegnare a Pioli anche Adli: il giovane centrocampista del Bordeaux ha l’accordo con il Milan, manca quello tra i due club. I francesi chiedono 15 milioni, Maldini è fermo a 12. Si continuerà a trattare nelle prossime ore. I rossoneri cercano anche un esterno offensivo: Corona del Porto il favorito, con i due club già in contatto per  chiudere l’operazione sulla base di 13 milioni.

Lazio, summit per Kostic. Zaccagni aspetta

Ore importanti anche in casa biancoceleste. Dopo la cessione di Correa all’Inter, la Lazio sta cercando il suo erede: nella serata di ieri ci sono stati dei contatti con l’Eintracht per Kostic. Il serbo è l’obiettivo numero uno, con il suo entourage c’è già l’accordo per un quadriennale ad oltre 2 milioni di euro a stagione. Il club tedesco è disposto a cedere il suo esterno – valutato poco meno di 20 milioni di euro – ma non con la formula del prestito con diritto di riscatto, pretende l’obbligo. L’alternativa che la Lazio ha individuato è Zaccagni: il centrocampista offensivo del Verona è apprezzato per la sua duttilità tattica da Sarri, che ha dato l’ok all’eventuale acquisto. A un anno dalla scadenza del contratto, il Verona chiede 10 milioni di euro per lasciarlo andare: a 8 più 2 di bonus si può chiudere. Zaccagni ha detto sì alla Lazio e guarda con interesse l’evoluzione della trattativa tra i biancocelesti e Kostic.

Cagliari, tutto su Scamacca. Verona, arriva Simeone. Ounas al Marsiglia. Fumata grigia tra Torino e Crotone per Messias

Il Verona prende con la formula del prestito (1 milione) con diritto di riscatto, fissato a 12 milioni, l’attaccante del Cagliari Simeone. L’argentino è arrivato ieri sera a Milano e potrebbe essere già a disposizione di Di Francesco nella sfida di campionato contro l’Inter in programma per domani sera. A sua volta il Cagliari sta cercando di arrivare a Scamacca: il centravanti del Sassuolo è nel mirino dell’Inter, ma in nerazzurro avrebbe poco spazio considerando gli attaccanti a disposizione di Inzaghi. I sardi invece gli garantirebbero il posto da titolare. Ounas intanto va dal Napoli al Marsiglia con la formula del prestito e diritto di riscatto, mentre l’accordo tra il Torino e il Crotone per Messias non è stato trovato. Cairo ha offerto nuovamente 7 milioni di euro per il brasiliano, il Crotone ne chiede 10. Per Messias, a questo punto, Fiorentina, Milan e diverse squadre estere potranno tornare alla carica nelle prossime ore.

Chelsea, arriva Koundé. Zouma al West Ham. Il Psg fissa il prezzo per Mbappé

Dopo l’arrivo di Lukaku, il Chelsea ha messo a segno il colpo Koundé: il difensore francese arriverà a Londra per 60 milioni di euro. Il Siviglia ha già individuato in Sven Botman del Lille il suo erede. Giorni chiave anche per Mbappé al Real Madrid. Il presidente del Osg, Nasser Al Khelaifi, vuole 220 milioni di euro per lasciar partire il suo attaccante. Il Real ha offerto 160 milioni di euro e, forte dell’accordo con il calciatore per la prossima stagione a parametro zero, cercherà di convincere i parigini ad accettare la loro offerta. I rapporti tra il Psg e Mbappé sono tesi, nelle prossime ore ulteriori contatti con l’entourage del giocatore – che spinge per andare a Madrid – avverranno, ma il club di Al Thani ha fissato il prezzo: 220 milioni oppure Mbappé resta a Parigi. E non è affatto escluso che alla fine il Real arrivi a pagare quella cifra per regalarlo subito ad Ancelotti. In ogni caso, il progetto di Florentino Perez è schierare in attacco, dalla stagione 2022-2023, la coppia di marziani Haaland-Mbappé.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime