Mercato, Ronaldo sospeso tra gli sceicchi. Kessié non rinnova, il Tottenham ci prova. Inter, se non arriva Correa è Belotti il piano B

C’è aria di botti di fine mercato: movimenti clamorosi, infatti, potrebbero andare in scena nell’ultima settimana, da Mbappé che insiste per andare al Real Madrid a Cristiano Ronaldo sospeso tra i club degli sceicchi, cioè Psg e City.

Psg, Mbappé rifiuta il rinnovo: il club al momento non apre alla cessione

Il futuro di Mbappé resta in bilico: l’attaccante francese – contratto in scadenza nel 2022 – lascerà Parigi, ora o la prossima estate. Il Real Madrid è pronto a prenderlo già in questi ultimi giorni di mercato, ma la cifra di 100 milioni offerta al Psg non basta: i parigini hanno deciso di non farlo partire, neanche di fronte a un’offerta superiore. L’attaccante si è promesso al Real per la prossima stagione, quando sarà libero di andare a giocare in Liga a parametro zero. Il Psg ha tentato l’ultimo affondo per convincerlo a rinnovare, offrendo un quinquennale con opzione per il sesto anno, a oltre 30 milioni di euro netti a stagione. Lui però ha rifiutato: vuole il Real Madrid – suo sogno fin da bambino – e l’obiettivo di Florentino Perez è quello di anticiparne di un anno l’arrivo alla corte di Ancelotti. In caso di partenza del fuoriclasse, tra le alternative, secondo RMC ci sarebbe anche quella del nazionale brasiliano Richarlison.

Cristiano Ronaldo e gli sceicchi

Il City farà nelle prossime ore l’ultimo tentativo per il centravanti del Tottenham e della nazionale inglese Kane: se la proposta sarà inferiore a 200 milioni di euro, verrà respinta. Kane spinge per il trasferimento, Guardiola e la società intanto stanno studiando anche altre piste: la prima porta a Vlahovic, seguito anche dal Tottenham come erede dello stesso Kane. Il serbo si trova bene a Firenze, ma una chiamata di Guardiola cambierebbe tutto. Commisso valuta il suo attaccante 70 milioni di euro, il City ne offre 55. La seconda opzione, la più affascinante, si chiama invece Cristiano Ronaldo: il portoghese ha espresso la volontà di lasciare Torino un anno prima della scadenza contrattuale e il suo agente – Mendes – sta parlando con la proprietà araba del City per cercare di capire di concludere l’affare. Ma in ballo per Ronaldo resta anche il Psg, se a Mbappé verrà dato il via libera verso il Real. Sarà il tormentone di fine mercato. Di sicuro, Psg e City non avrebbero problemi a soddisfare le richieste della Juve per il cartellino (circa 25 milioni) e del portoghese per l’ingaggio.

Inter, ore calde per Correa: Belotti piano B

Momenti decisivi sul fronte Correa: l’argentino è il primo nome di Simone Inzaghi. Marotta e Ausilio, dopo gli infortuni di Zapata e Thuram, hanno rotto gli indugi e sono andati in pressing per l’attaccante argentino, ma con l’intenzione di non superare i 30 milioni, bonus compresi, per la Lazio. Non a caso, la società nerazzurra ha nel frattempo trovato l’accordo con il Torino per Belotti (20 milioni di euro). E ora aspetta una risposta dai biancocelesti, fino a domani, per il “Tucu”: il prezzo è già sceso da 40 milioni a 35 e poi a 32. Insomma l’accordo sembra vicino.Oggi la decisione: Correa – e il suo entourage – aspettano solo una chiamata per andare a Milano. Altrimenti resterà alla Lazio e all’Inter andrà Belotti, scadenza 2022 col Toro (e nei piani del Milan se la prossima estate si libererà a parametro zero…).

Genoa, accordo raggiunto con la Lazio per Caicedo: l’attaccante nicchia

Genoa e Lazio hanno trovato l’accordo per Felipe Caicedo: la punta in scadenza nel 2022 è destinato a lasciare la Capitale e le offerte non mancano. Le due società hanno chiuso la trattativa sulla base di 3 milioni di euro, ora l’ultima parola aspetta al calciatore. L’offerta del Genoa, un triennale da quasi due milioni a stagione, non convince completamente Caicedo, che entro domani sarà chiamato a dire sì o no al club di Preziosi. I liguri sono intressati anche ad altri due calciatori biancocelesti, finiti fuori dal progetto di Sarri: Fares – trattativa in corso – e il neo acquisto Kamenovic, che però alla fine potrebbe restare alla Lazio.

Milan, per Kessie distante il rinnovo: il Tottenham ci prova

Il centrocampista del Milan e la società rossonera ancora non hanno trovato l’accordo per il rinnovo del contratto, in scadenza nel 2022. La società rossonera lavora per non ripetere i casi Donnarumma e Calhanoglu. L’ivoriano ha detto di voler restare a Milano, ma l’offerta della dirigenza non è stata ritenuta all’altezza. Il Tottenham proverà ad acquistare il calciatore  inserendo nella trattativa il cartellino di Ndombelé. Il colosso francese piace moltissimo anche alla Juventus, che aveva messo sul tavolo della trattativa il cartellino di Mckennie. Che invece non intende lasciare la Juve. L’americano interessa molto al Tottenham, ma Paratici – che conosce bene il calciatore – lo prenderebbe solo in prestito gratuito. Allegri intanto spera di riportare Pjanic a Torino, battendo la concorrenza di Napoli e Roma (la Fiorentina invece ha preso Torreira). Molto dipenderà anche dall’aiuto che il Barcellona riuscirà a dare sul pagamento dell’ingaggio del bosniaco, fuori dal progetto tattico di Koeman.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime