Mercato, altra offerta dell’Inter per Correa: la Lazio resiste. Roma forte su Torreira

La Serie A è iniziata con gli anticipi del sabato: molte le cose già viste in campo, come le belle  prestazioni dei nuovi acquisti dell’Inter, i gol del Sassuolo, la prima Lazio di Sarri e la favola Piccoli, subito a segno con l’Atalanta. Il ritorno dei tifosi sugli spalti è un passo emozionante verso la normalità. Non è una novità, invece, l’attenzione febbrile sulle vicende del calciomercato: a 9 giorni dal gong, facciamo il punto sulle sette sorelle.

INTER

Il successo contro il Genoa ha certificato l’ottimo lavoro fin qui svolto da Simone Inzaghi. I nuovi acquisti Dzeko e Calhanoglu hanno subito convinto. Archiviata la prima giornata, la società lavora per mettere a disposizione del tecnico  un’altra punta. Thuram del Borussia Mönchengladbach, nonostante l’infortunio al ginocchio, è ancora nei piani di Marotta. Il francese è stato studiato a lungo dal club nerazzurro: intriga per caratteristiche fisiche e per la questione fiscale, visto che il suo arrivo permetterebbe di sfruttare il Decreto Crescita sull’ingaggio. Ma Simone Inzaghi spinge, ancora, per il Tucu Correa, in uscita dalla Lazio. Marotta e Ausilio hanno presentato due tipologie di offerte ai biancocelesti: 23 milioni di euro più 3 di bonus, oppure un prestito oneroso a 6 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 25 milioni di euro. Il presidente Lotito ha respinto queste due proposte: la Lazio è pronta a scendere dai 40 milioni richiesti a 35, ma al momento non sono previste ipotesi, dalle parti di Formello, di prestito con semplice diritto di riscatto. Alessandro Lucci – procuratore di Correa – cercherà di sbloccare la trattativa entro, e non oltre, la giornata di mercoledì, quando l’Everton – altra squadra interessata a Correa – riceverà una risposta definitiva dall’argentino sul trasferimento in Premier League, nel club di Liverpool. Tanti, poi, gli attaccanti proposti alla dirigenza dell’Inter, compreso Scamacca. Il centravanti del Sassuolo potrebbe rappresentare l’occasione last minute ma tutt’altro che low cost: servono almeno 25 milioni.

MILAN

La settimana di mercato rossonera porterà a Milano i centrocampisti richiesti da Stefano Pioli: il giovane Adli del  Bordeaux e l’esperto Bakayoko, di cui si tratta il prestito con il Chelsea con diritto di riscatto a 8 milioni. Il centrocampista classe 2000 viene invece valutato 12 milioni. Pioli aspetta poi l’esterno destro d’attacco: Berardi è il sogno, alla fine però l’azzurro non si muoverà dal Sassuolo. Orsolini piace, ma il Bologna non vorrebbe privarsi del suo calciatore a pochi giorni dalla chiusura del mercato. Domani sarà il giorno di Pietro Pellegri, il terzo centravanti di Pioli: l’attaccante arriverà questa sera a Milano, dove domani potrebbe svolgere le visite mediche. Un rinforzo in ottica futura per i rossoneri: il classe 2001 torna in Italia dopo 3 anni.

ATALANTA

Rapporti non più idilliaci tra la famiglia Percassi e l’attaccante Zapata. Il colombiano ha chiesto la cessione all’Inter e il muro del patron bergamasco, nella trattativa, ha infastidito e non poco il colombiano e il suo entourage. Il centravanti, dopo tanti anni a Bergamo, contava su una promessa fatta dalla società nelle stagioni precedenti: in caso di una chiamata di una big, gli sarebbe stato concesso il via libera. L’Inter dopo un lungo tira e molla ha mollato Zapata, che ora ha messo in discussione il suo futuro a Bergamo. Gasperini intanto aspetta un esterno, ma non sarà Zappacosta: il laterale diventerà un calciatore della Fiorentina. Il ds Sartori è al lavoro per completare la rosa da consegnare a Gasperini, provando anche a prendere Nandez dal Cagliari. Il centrocampista era nel mirino dell’Inter, la trattativa si è raffreddata: l’Atalanta fa sul serio ma c’è da convincere Giulini. Come mediano si tratta anche Thorsby della Samp.

JUVENTUS

La dirigenza bianconera sta cercando di imbastire uno scambio con il Tottenham tra McKennie e Ndombelé. Il colosso francese piace moltissimo al ds Cherubini, così come l’americano a Paratici. Le difficoltà di arrivare a Pjanic aumentano sempre di più, anche se fino al 31 agosto non sono esclusi colpi di scena, e per questo la Juventus sta valutando Nbombelé, che ha già ricevuto il placet di Allegri. Ai bianconeri è stato offerto Maksimovic, ma lo staff tecnico preferisce puntare su Rugani come quarto difensore.

NAPOLI

Spalletti si è detto contento della rosa che ha. Manolas ha respinto le sirene greche, mentre per Insigne tutto tace. Il rinnovo del capitano sembra sempre più lontano e la probabilità che vada via a parametro zero nel 2022 è ormai concreta. In questi ultimi giorni di mercato, Napoli vigile se ci sarà un’occasione da cogliere: terzino sinistro e centrocampista gli obiettivi di Giuntoli. Con l’arrivo di Juan Jesus la difesa è completata, la zona centrale del campo invece ha bisogno di rinforzi last minute.

LAZIO

Dopo il buon avvio di stagione, con la vittoria di Empoli, la settimana biancoceleste sarà decisiva sul mercato. Correa aspetta l’Inter e nello stesso tempo dovrà dare entro mercoledì una risposta all’Everton. Sarri aspetta Basic, la differenza con il Bordeaux resta minima. Il centrocampista croato è pronto per la Lazio. Capitolo attaccanti: l’arrivo di Pedro è stato molto apprezzato da Sarri, ma con l’eventuale partenza di Correa verrà acquistato un secondo esterno. Kostic l’obiettivo primario, occhio però a Boga, molto apprezzato da Tare e da Sarri: costa 25 milioni. E ci potrebbe essere un ritorno di fiamma per il tedesco Brandt del Borussia Dortmund.

ROMA

La squadra di Mourinho è completa al 95%. Il mercato fatto dalla nuova proprietà ha entusiasmato i tifosi giallorossi, ma il tecnico portoghede chiede un ultimo sforzo alla dirigenza: un centrocampista. Villar e Diawara sono in uscita e Torreira piace sempre di più. Il centrocampista dell’Arsenal è in vendita, su di lui c’è anche l’interessamento della Fiorentina e del Napoli. La Roma ne sta parlando con il suo agente e ha ricevuto il sì del ragazzo. Zakaria del Borussia Mönchengladbach ha caratteristiche diverse, è un mediano non un regista, ma piace: giudicata finora eccessiva la richiesta di 20 milioni.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime