Mbappé, scaduto l’ultimatum del Real Madrid al Psg: ma ancora si tratta

PARIGI – E’ scaduta l’ultimatum del Real Madrid (offerta di 170 milioni di euro più 10 di bonus) al il Paris Saint-Germain per portare in Spagna Kylian Mbappé. Ciò nonostante, resta aperta a possibilità di vendere l’asso francese, ora in ritiro con la Nazionale transalpina, alla corte di Florentino Perez. Non a caso i dirigenti spagnoli si trovano ancora a Parigi.

Dirigenza parigina spaccata

A quanto si apprende dalle ultime indiscrezioni raccolte in particolare da ‘ElChiringuitoTv’, i parigini sarebbero però ancora combattuti. Con una parte della dirigenza che vorrebbe infatti cedere in questa sessione di mercato Mbappé e ammortizzarne così il costo del cartellino. Mentre il presidente del Psg, Nasser Al-Khelaifi, vorrebbe avere il francese ancora in squadra per un anno, accettando però il rischio di perderlo a parametro zero nella prossima estate, visto che il contratto di Mbappé scade il 30 giugno 2022.

Real “cautamente ottimista”

“Il Real Madrid sarebbe “cautamente ottimista” riguardo l’esito positivo dell’operazione e la prova è il fatto che i dirigenti spagnoli siano ancora a Parigi nonostante altre fonti (come per esempio Rmc Sport) diano per abbandonata la pista che porta al fuoriclasse 22enne. Per quanto riguarda invece la parte economica dell’affare, i parigini per Kylian Mbappé vorrebbero ricevere un’offerta che arrivi a 200 milioni di euro. E proprio l’ultima messa sul piatto (170 milioni più 30 di bonus) potrebbe far vacillare anche Nasser Al-Khelaifi. Se dovesse persistere la linea dura del presidente invece, i dirigenti del Psg cercheranno di far rinnovare a Mbappé il contratto per evitare di perderlo a zero la prossima stagione.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime