Mancini a caccia dell’oriundo, ‘duello’ con l’Argentina per Senesi

Mancini a caccia dell'oriundo, 'duello' con l'Argentina per Senesi

MILANO – Più che Finalissima sembra una caccia all’oriundo. Si presenta anche con queste premesse la sfida del 1° giugno a Wembley tra l’Italia campione d’Europa e l’Argentina campione del Sudamerica. I due ct, Roberto Mancini e Lionel Scaloni, si contendono tre giocatori col doppio passaporto: Marcos Senesi, 25 anni, difensore centrale del Feyenoord, obiettivo di mercato della Roma di Mourinho, e i fratelli Franco e Valentin Carboni, 19 e 17 anni, rispettivamente terzino sinistro e fantasista dell’Inter Primavera.

Il caso più fresco è quello di Senesi, che dopo la finale di Conference League a Tirana proprio contro la Roma potrebbe essere in teoria chiamato a raggiungere il ritiro di entrambe le Nazionali. La Figc ha infatti inviato la mail di preconvocazione al Feyenoord, ma qualche ora dopo è arrivata la lista ufficiale dei preconvocati dell’Argentina, in cui, accanto a Messi, Lautaro Martinez, Dimaria, Papu Gomez, Lo Celso e Correa, c’è anche il nome del centrale adocchiato da Mancini. El Gladiador, come viene soprannominato in patria, sceglierà probabilmente l’Albiceleste. Anche se il sogno di andare al Mondiale in Qatar è difficile – per via della nutrita concorrenza nel ruolo, capeggiata dall’ex Genoa e Atalanta Romero ora al Tottenham –  Senesi ha dichiarato a La Naciòn di volerci provare. Di sicuro la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale potrebbe avere giocato un ruolo decisivo nella scelta.

Mancini, con la recente chiamata degli oriundi brasiliani Luiz Felipe della Lazio e Joao Pedro del Cagliari in aggiunta ai campioni d’Europa Jorginho, Emerson Palmieri e Toloi, ha certificato la sua esigenza di attingere anche al bacino dei calciatori con doppio passaporto. L’emergenza in difesa, dopo l’addio di Chiellini che vestirà la maglia azzurra per l’ultima volta proprio a Wembley, non viene nascosta, così come in attacco si cerca il centravanti del futuro ed è delicato il ruolo del fantasista. Per questo si attendono con particolare curiosità le imminenti convocazioni per Italia-Argentina e per le quattro partite di Nations League del 4, 7, 11 e 14 giugno contro Germania, Ungheria, Inghilterra e ancora Germania.

Il raduno del 26 sera a Coverciano sarà preceduto, il 24, il 25 e appunto il 26, da uno stage per giocatori Under 21, 20 e 19, alcuni dei quali potrebbero essere poi tenuti a Firenze proprio per le partite di giugno. Sotto osservazione, tra gli altri, ci sarebbero altri due talenti italo-argentini che Scaloni contende a Mancini: i fratelli Carboni, figli di Ezequiel, che tra il 2008 e il 2011 è stato centrocampista del Catania di Mihajlovic e Simeone. Il terzino sinistro Franco Ezequiel detto Frankito, 19 anni, ha giocato nell’Under 18 dell’Italia e suo fratello Valentin, 17 anni, fantasista, nell’Under 17 azzurra. Nel marzo scorso, però, Scaloni li ha chiamati con l’Albiceleste per il ritiro in vista delle due partite con Venezuela e Ecuador. Mancini ha risposto presenziando al derby Primavera Inter-Milan. Ora i fratelli Carboni, a differenza di Senesi, non sono stati inseriti da Scaloni tra i preconvocati per Italia-Argentina: uno spiraglio azzurro.

Il regolamento prescrive peraltro che soltanto il debutto ufficiale con una delle due Nazionali si potrà trasformare in scelta definitiva. Certo è che la caccia all’oriundo è ormai da tempo un fenomeno globale: se sono un classico i casi di giocatori contesi tra Germania e Turchia o tra la Francia e numerosi Paesi africani, nella Concacaf, la confederazione centroamericana, impazza il duello tra Usa e Messico. Gli ultimi due casi, in queste ore, riguardano la Nations League della Concacaf e due giocatori in bilico tra le convocazioni del ct statunitense Gregg Barhalter e quelle del ct del Messico, Gerardo “Tata” Martino: si tratta di Cade Cowell, 18 anni, attaccante del San Josè Earthquakes, e Jonathan Gomez, 18 anni anche lui, esterno della Real Sociedad B.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments