Locatelli-Juve, il via libera dopo Ferragosto. Rinvio sul rinnovo di Dybala, Abraham alla Roma con diritto di riacquisto per il Chelsea

Mourinho aspetta l’arrivo di Abraham. Locatelli-Juventus, si studia la formula giusta con il Sassuolo. Gasperini ha scelto Zappacosta. Belotti tratta con Cairo. Insomma il  mercato non si ferma neanche a Ferragosto: tante le società che si stanno muovendo per rinforzare la rosa in vista della prima giornata di campionato in programma per il 21 agosto, anche se la sessione estiva di calciomercato chiuderà il 31 agosto alle ore 20.

Inter, tutto risolto per Dzeko. Percassi fa muro per Zapata

La società nerazzurra è alle prese con il discorso centravanti: Dzeko è arrivato ed è stato schierato titolare nell’amichevole contro la Dynamo Kiev, risolta quindi la controversia legata all’ultima mensilità che il calciatore aspetta dalla Roma. Per sostituire Lukaku, poi, Zapata è sempre il primo nella lista nella testa di Marotta e Ausilio. Le difficoltà per arrivare al colombiano sono molteplici ed ecco perché l’Inter sta andando con decisione sull’attaccante della Lazio Correa. L’argentino è il preferito di Simone Inzaghi: Lotito chiede 40 milioni di euro, ma un’offerta da 30 più bonus può far vacillare le convinzioni del presidente biancoceleste. Nandez è sempre un obiettivo dei nerazzurri, il presidente Giulini – considerando i soldi incassati dall’Inter per la cessione Lukaku – non apre al prestito oneroso con diritto di riscatto, vuole l’obbligo. Il Cagliari – che ha visto sfumare Nainggolan, andato all’Anversa – sta trattando Pobega del Milan in prestito e non ha intenzione di cedere Nandez senza le giuste garanzie, tanto più che l’affare Nainggolan è appunto saltato tra le polemiche. Ora la situazione relativa al centrocampista uruguaiano è ferma. Mancano due settimane alla fine del mercato e la dirigenza interista deve accelerare per regalare ad Inzaghi una punta e Nandez, più – possibilmente – un altro “quinto” di sinistra. 

Roma, Abraham più vicino: sarà lui l’acquisto più costoso della storia giallorossa

Il pressing di Mourinho e il blitz di Pinto ha dato l’esito sperato: Abraham è molto vicino a diventare il nuovo attaccante della Roma. Gli ultimi contatti telefonici – tra Mourinho e il classe 1997 – e il progetto illustrato dal gm giallorosso al suo entourage hanno spinto Abraham a dire sì al trasferimento nella Capitale. Un’operazione, tra prestito e diritto di riscatto, che toccherà quota 45 milioni di euro. Si discute sulla cifra della “recompra” a favore del Chelsea, intorno ai 60 milioni. La punta inglese sarà l’acquisto più costoso della storia della Roma. Il calciatore avrà la maglia numero 9 e un contratto da 6 milioni di euro netti a stagione, sono 9 al lordo grazie al Decreto Crescita. È come se a un attaccante italiano fosse garantito uno stipendio da 4,5 milioni netti, per capirci. 

Juventus, accordo con il Sassuolo su Locatelli

Dopo una trattativa estenuante, la Juventus e il Sassuolo hanno trovato l’accordo sulla valutazione del centrocampista Manuel Locatelli. Decisiva l’entrata in scena del presidente bianconero Andrea Agnelli nella trattativa. L’accordo tra i due club è stato trovato sulla base di 35 milioni di euro più bonus: cifra che si avvicina molto ai 40 milioni richiesti dal Sassuolo. Il ragazzo aspetta il via libera per arrivare a Torino, ma l’operazione non è ancora chiusa: il Sassuolo chiede che l’obbligo di riscatto venga esercitato al termine della stagione, mentre la Juventus spinge – questioni di bilancio – per un riscatto obbligatorio solo in caso di qualificazione nella prossima Champions League. Le parti torneranno ad aggiornarsi dopo Ferragosto, la strada però è tracciata: Locatelli sarà un nuovo calciatore della Juventus. 

Dybala, fumata grigia

Come previsto, poi, c’è stato un nuovo vertice – il terzo – per il rinnovo di Dybala (Arrivabene e Cherubini con l’agente della Joya, scadenza 2022) e nuovo rinvio concordato tra le parti: il discorso su cifre e durata verrà approfondito a fine mercato, con l’obiettivo di colmare le distanze tra domanda e offerta. 

Atalanta, Zappacosta il vice Hateboer: Sartori prova a chiudere

L’infortunio di Hateboer ha spinto la società bergamasca a tornare sul mercato. Il nome scelto da Gasperini è quello del laterale destro del Chelsea Zappacosta, nell’ultima stagione in prestito al Genoa. Il contratto dell’esterno destro scade nel 2022, ma il club inglese potrebbe sfruttare l’opzione contrattuale per allungare il suo contratto fino al 2023. Abramovich chiede 6 milioni di euro per lasciar partire Zappacosta, l’Atalanta preferirebbe una soluzione in prestito con diritto di riscatto, qualora il contratto dell’ex Genoa portasse scadenza 2023, oppure una cifra sotto i 5 milioni di euro. 

Belotti-Cairo: si tratta il rinnovo con clausola

Il centravanti granata e il presidente Cairo stanno parlando da tempo del rinnovo del “Gallo” in scadenza nel 2022. L’accordo economico tra le parti è stato raggiunto (3,5 milioni all’anno garantiti), ma il problema clausola resta lo scoglio più grande da superare. Nel contratto attuale della punta, la cifra per liberarsi è di 100 milioni di euro, cosa che ha impedito al centravanti di trasferirsi al Milan tre estati fa. Belotti non vuole più restare “prigioniero” di una situazione del genere, cosi chiede che la clausola da inserire nel nuovo contratto sia da 20-25 milioni, mentre Cairo vuole fissarla a 40-45 milioni. In ogni caso, l’entourage di Belotti monitora il caso Vlahovic: l’attaccante della Fiorentina è finito nel mirino dell’Atletico Madrid. Commisso chiede 60 milioni di euro e in caso di cessione del serbo, i viola potrebbero dare l’assalto proprio ad Andrea Belotti.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime