L’indice di liquidità servirà per l’iscrizione al campionato, ma è tregua tra Figc e Lega serie A

ROMA – Adesso è ufficiale. Dal prossimo campionato, per partecipare i club professionistici di calcio dovranno “mettere a posto” i loro conti. L’indice di liquidità sarà il parametro per determinare iscrizioni ed esclusioni dei club: è passata, nel consiglio federale, la linea del presidente della Figc Gravina.

Ma la Serie A guadagna almeno un po’ di tempo. Il consiglio infatti ha dato tempo fino al 20 aprile per stabilire i contorni di questo nuovo indice di liquidità “ammissivo”. Il motivo? Principalmente, evitare che la nuova norma inserita a stagione in corso, produca un elenco di club che già oggi sanno di non potersi iscrivere. Insomma, si vuole fare in modo che tutti possano trovare le risorse per partecipare. Per questo, da qui al 20 aprile si lavorerà per introdurre dei correttivi che possano rendere più sostenibile l’indice, e che permettano di abbassarlo per chi adotta comportamenti virtuosi. Ad esempio se i costi del personale non superano il 60% dei ricavi o se l’indebitamento non raggiunge una percentuale significativa del fatturato.

Una “tregua” tra la Serie A e la Federcalcio. “Nessuno vuole ammazzare le società”, ha detto Gravina durante la riunione. Un compromesso, utile a entrambi per concordare parametri sostenibili e non infiammare la tensione in una fase cruciale, tra spareggi Mondiali e licenze nazionali.

La partita che la Serie A ha perso è invece quella per il vice presidente della Federcalcio. Il consiglio infatti ha scelto con 17 voti favorevoli il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Un voto unanime, visto che non hanno partecipato al voto i consiglieri della Lega Serie A, Lotito e Marotta. Il presidente designato della Serie A Lorenzo Casini invece era presente solo come invitato, visto che deve ancora formalizzare l’accettazione del ruolo (lo farà tra la fine della settimana e lunedì): nessun ostacolo per il suo ruolo di docente, solo tempi tecnici per gli incarichi di Capo di gabinetto che lascia al Ministero della cultura.

L'indice di liquidità servirà per l'iscrizione al campionato, ma è tregua tra Figc e Lega serie AFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments