Ligue 1, il Psg batte 3-0 l’Angers: ma il Marsiglia vince in rimonta e ne rimanda la festa

Ligue 1, il Psg batte 3-0 l'Angers: ma il Marsiglia vince in rimonta e ne rimanda la festa

Ligue 1, il Psg batte 3-0 l'Angers: ma il Marsiglia vince in rimonta e ne rimanda la festa

La festa del Psg è solo rimandata. Ai parigini non basta il successo per 3-0 sul campo dell’Angers per la conquista del titolo con cinque giornate d’anticipo. Il 3-2 in rimonta del Marsiglia sul Nantes tiene invariate le distanze e il +15 nei confronti dell’Olympique non è ancora sufficiente a Mbappé e compagni, visto che in Ligue 1 si considera prima la differenza reti generale dell’esito degli scontri diretti. Ormai, comunque, è solo questione di attendere la matematica che potrebbe arrivare già nel prossimo turno.

<<La classifica della Ligue 1>>

Tris Psg in casa dell’Angers

Privo degli infortunati Messi e Verratti e con Donnarumma che parte dalla panchina, dopo l’uscita a vuoto di domenica con il Marsiglia, il Psg si presenta con il tandem offensivo formato da Di Maria e Mbappé. Il predominio degli uomini di Pochettino appare chiaro fin dalle battute iniziali, ma per rompere l’equilibrio è necessario attendere il 28′, quando Mbappé fa centro con un fendente da fuori area. Per l’attaccante, al comando nella classifica dei cannonieri, è il 22esimo sigillo in campionato. Prima dell’intervallo ci pensa Sergio Ramos a mettere in ghiaccio la sfida con il colpo di testa vincente sul corner di Di Maria. Il Psg arrotonda il punteggio, con il 3-0 firmato al 77′ da Marquinhos, ancora con una giocata aerea. In pieno recupero la capolista resta in dieci per il rosso a Michut. Nella prossima giornata, al Psg basterà un pareggio contro il Lens per la matematica conquista del titolo.

Vince in rimonta il Marsiglia, Strasburgo aggancia il Rennes

Per il momento, però, a rimandare la festa dei parigini ci pensano Payet (doppietta) e Harit, che mettono la firma sull’affermazione in rimonta per 3-2 del Marsiglia sul Nantes. Gli ospiti, due volte in vantaggio con Girotto e Coco (espulso al 94′) nel primo tempo, si vedono raggiungere dai rigori trasformati da Payet al 39′ e al 55′. A un quarto d’ora dal termine ci pensa Harit, su assist di Gerson, a siglare il sorpasso con un destro da centro area che non lascia scampo al portiere avversario. Lo Strasburgo fa suo 2-1 lo scontro diretto per la Champions con il Rennes e lo aggancia in classifica al terzo posto. Di Diallo e Ajorque le reti per i padroni di casa, di Terrier il gol del momentaneo 1-1.

Monaco resta in corsa per la Champions

Continua a sognare un posto in Champions anche il Monaco, che si impone 1-0 nel derby con il Nizza e raggiunge Strasburgo e Rennes. La sfida dello Stade Louis II la decide un gol di Golovin nel recupero del primo tempo: quinto successo consecutivo per la squadra di Clement. Si allontana invece l’Europa per il Lille, campione un anno fa, beffato per 2-1 al 92′ da Abdelhamid sul campo del Reims dopo il momentaneo pari di Renato Sanches, che aveva risposto al sigillo di Munetsi. Il Brest piega 2-1 il Lione, reduce dall’eliminazione in Europa League: Mounié porta avanti i padroni di casa al 27′ su rigore, Dembelé regala l’illusione del pari che dura appena due minuti, prima che Cardona metta a segno il gol partita.

Bordeaux penultimo

Tanti rimpianti per il Bordeaux, che non va oltre il 2-2 nello scontro salvezza con il Saint Etienne e resta penultimo: girondini avanti 2-0 dopo 23 minuti con Mara e Onana, poi Bouanga e Nordin firmano la rimonta dei Verts. Anche per il Saint Etienne, però, è un punto che serve a poco, visto che scivola al terz’ultimo posto a seguito dei successi di Lorient, che al 94′ stende il Metz con Dango Ouattara, e Clermont (1-0 a Troyes, decide Bayo all’88’).

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments