Liga: sì al fondo Cvc, ma Real Madrid e Barcellona dicono no

MADRID – La Liga approva il discusso accordo con il fondo CVC, ma Real Madrid e Barcellona confermano la loro volontà di andare a un muro contro muro e votano no (insieme all’Athletic Bilbao) e a un club di Segunda Division che non è uscito allo scoperto ma che, secondo indiscrezioni, dovrebbe essere l’Oviedo. Sarebbero bastati 32 voti favorevoli tra i 42 club delle prime due divisioni del calcio spagnolo, alla fine ne sono arrivati 38. Real Madrid, Barcellona, Athletic e il quarto club non cederanno dunque i diritti audiovisivi al fondo d’investimento CVC. Si stima che i due colossi del calcio spagnolo abbiano rinunciato a oltre 300 milioni di euro. Le società, nel loro insieme, riceveranno 2.700 milioni di euro (l’esclusione delle quattro società potrebbe in realtà far scendere la quota intorno ai 2,2 miliardi): fondi destinati anche ai club di calcio femminile, semiprofessionisti e dilettanti.

Tebas contro Florentino Perez

“Siamo convinto che sia la risposta alle sfide che dovremo affrontare nel medio e lungo termine”, ha dichiarato il presidente della Liga, Javier Tebas, che continua la sua sfida nei confronti di Florentino Perez: “Questo accordo è frutto di quasi 10 mesi di lavoro nei quali abbiamo vissuto anche l’ostacolo SuperLeague, che ha messo il tutto in pericolo. Questa immissione di denaro non favorisce il modello che Florentino Perez ha in mente, è l’impulso che serviva per trasformare la Liga in una società di intrattenimento digitale globale per la competizione calcistica più attraente al mondo, oltre che un accordo strategico che darà ai club maggiori capacità economiche”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime