Liga: il Siviglia frena ancora, il Real può dare la spallata. Il Barcellona cala il poker contro l’Osasuna

Liga: il Siviglia frena ancora, il Real può dare la spallata. Il Barcellona cala il poker contro l'Osasuna

Liga: il Siviglia frena ancora, il Real può dare la spallata. Il Barcellona cala il poker contro l'Osasuna

Seconda frenata consecutiva per il Siviglia in trasferta. Dopo lo 0-0 con l’Alaves non va oltre l’1-1 sul campo del Rayo Vallecano e offre su un piatto d’argento al Real, impegnato lunedì sera (ore 21) a Maiorca, l’occasione per incrementare ulteriormente il vantaggio in vetta alla classifica, che attualmente è di 7 punti. Sorpresi in avvio di ripresa (46’) da Bebé, gli uomini di Lopetegui sono riusciti solo a raddrizzare il risultato grazie a Delaney (63’).

<<La classifica della Liga>>

Ferran Torres e Dembelé fanno felice il Barcellona

Intanto prosegue il buon momento di forma del Barcellona (10° risultato utile, 11° di fila nella Liga) a cui basta un tempo per risolvere (4-0) la pratica Osasuna al Camp Nou. Nel giorno della 600/a presenza in blaugrana di Piqué, i grandi protagonisti del match sono stati Ferran Torres, che ha trasformato il rigore che ha aperto le marcature al 14’ e ha siglato il raddoppio al 21’, e Dembelé, autore di due assist. Poi sono arrivati il tris di Aubameyang al 27’ e il poker realizzato, infine, al 74’ da Riqui Puig.

Il Betis conserva il quarto posto, si rialza la Real Sociedad

Con questa vittoria i catalani restano a -1 dalla zona Champions (ma con due gare ancora da recuperare), in scia del Betis che ha conservato con le unghie il quarto posto piegando di misura (1-0) a Siviglia l’Athletic Bilbao grazie a un gol di Borja Iglesias dopo 20’. Il Betis ha dovuto stringere i denti fino in fondo visto che ha chiuso la gara in 10 per l’espulsione all’80’ di Fekir. In corsa per la Champions resta anche la Real Sociedad che tallona (è a -1) il Barcellona. La squadra di San Sebnastian ha riscattato la sconfitta con il Real Madrid superando 1-0 l’Alaves grazie a un gol di Martin Zubimendi al 70’.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments