L’ex giocatore Park ai tifosi del Manchester United: “Non cantate più il coro sui coreani che mangiano i cani”

Park Ji-sung ha chiesto ai suoi ex tifosi del Manchester United di finirla qui con quel coro che gli avevano dedicato, in cui si parla di “coreani che mangiano carne di cane”. Un coro che ha sentito di nuovo quando i red devils hanno affrontato in Premier League il Wolverhampton, squadra in cui gioca il suo connazionale Hwang Jee-chan. “So che i fantastici tifosi dello United non vogliono essere offensivi – ha detto – ma chiedo loro di dimenticare quelle frasi perché sono vissute come un insulto razziale dal popolo coreano”. “Nel mio Paese – ha spiegato  – le abitudini sono cambiate: in passato, è vero, si mangiava anche la carne di cane, ma i giovani ne sono inorriditi e, per questo, si sentono a disagio se gli viene ricordato. Anche a me non faceva piacere quel riferimento quando ero in campo, ma lo sopportavo perché veniva fatto da chi mi amava e certamente non voleva offendermi”.

[embedded content]

La presa di posizione del presidente Moon

Le parole dell’ex calciatore fanno eco a quelle pronunciate la settimana scorsa dal presidente sudcoreano Moon, che ha aperto alla possibilità di imporre il divieto al consumo di carne di cane nel Paese, usanza che è diventata ormai fonte di imbarazzo sulla scena internazionale. Moon è molto sensibile all’argomento: ama i cani e ne possiede diversi, che vivono nella Casa Blu, il palazzo presidenziale. Ultimo arrivato, Tory, adottato dopo il suo insediamento e strappato al destino alimentare, che è arrivato a interessare un milione di animali all’anno. 

Il presidente della Corea del Sud, Moon, vuole imporre il divieto di mangiare carne di cane 

La maggioranza dei sudcoreani favorevole al divieto di produzione e vendita di carne di cane

Ormai, però, la maggioranza dei sudcoreani considera i cani come esseri viventi che danno compagnia e amicizia e non come potenziale cibo. Così l’industria degli animali domestici sta crescendo nel Paese, soprattutto tra i giovani, che considerano le abitudini alimentari dei loro avi un vero tabù. Secondo un sondaggio commissionato dall’associazione animalista Aware il 78% della popolazione sostiene il divieto di produzione e vendita di carne canina e il 49% è favorevole a sanzionarne il consumo.

Forte di questi numeri, oltre che del suo convincimento personale, il presidente Moon ha investito della questione il primo ministro Kim Boo-kyum durante il loro incontro settimanale: “Non è arrivato il momento di considerare, con prudenza, la possibilità di vietare il consumo di carne di cane?”. La strada sembra ormai segnata e anche le parole dell’ex giocatore del Manchester United, Park, ne sono una conferma.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x