Leicester: alla scoperta di Daka, lo zambiano col vizio del gol. Ne fa 4 allo Spartak

ROMA – “Mi manda Haaland”. E’ questo il biglietto da visita di Patson Daka, nuovo attaccante del Leicester che in Europa League è salito agli onori della cronaca per la dirompente quaterna rifilata allo Spartak. Un’impresa storica visto che mai nessuno aveva segnato almeno tre gol in una trasferta a Mosca nelle coppe europee. Nato a Chingola, nel nord dello Zambia, 23 anni fa, Daka, come il fuoriclasse norvegese, è stato scoperto dal Salisburgo che, nel 2016, grazie a un software, decise di prelevarlo dai Nchanga Rangers.

E’ esploso a fine 2019 facendo coppia con Haaland

Inizialmente aggregato alla Primavera (che ha trascinato alla vittoria in Youth League), fu mandato a farsi le ossa in prestito al Liefering, nella B austriaca. Diciotto mesi non certo memorabili (27 partite e 6 reti) ma sufficienti a convincere il Salisburgo ad aggregarlo alla prima squadra a 18 anni. Sotto la guida di Marco Rose, Daka è maturato poco a poco: 12 presenze e 1 gol nella prima stagione, 26 gare e 6 marcature nella seconda. La definitiva consacrazione è arrivata nella stagione 2019/20 in cui, nei primi 6 mesi, ha fatto coppia con Haaland. Da attaccante veloce e un po’ fumoso si è tramutato, complice la fiducia datagli dal neo tecnico Jesse Marsch, in un cecchino implacabile: in 45 apparizioni ha realizzato 27 gol, tra cui quello storico in Champions al Genk che lo ha fatto diventare il primo zambiano ad andare a segno nella più importante competizione europea. Anche grazie a lui il club ha centrato l’accoppiata campionato-coppa d’Austria.

Il Leicester lo ha pagato 30 milioni

Una volta partito Haaland, direzione Dortmund, ha fatto ancora meglio: ha trascinato il Salisburgo a una nuova doppietta laureandosi capocannoniere del campionato con 27 reti. Il 4 aprile 2020 ha stabilito un altro record realizzando una tripletta in soli 8′ contro lo Sturm Graz: un’impresa che non era mai riuscita a nessuno in Austria. In totale ha collezionato 34 gol in 42 partite: un bottino che ha attirato l’attenzione di moltissimi club europei, tra cui Milan e Roma. A bruciare tutti sul tempo, però, è stato il Leicester che lo ha acquistato per circa 30 milioni (record d’incasso per il Salisburgo) facendogli firmare un quinquennale.

Appena 39′ in Premier ma già in gol, sabato contro lo United

Il tecnico Brendan Rodgers per ora lo ha utilizzato col contagocce in Premier: appena 39′ tra West Ham (il 23 agosto) e Manchester Utd (il 16 ottobre). Pochi ma sufficienti per segnare, proprio sabato scorso, il primo storico gol di uno zambiano nel campionato inglese. Con la quaterna allo Spartak è già salito a 5 gol in 7 presenze. C’è da scommettere che da ora in poi avrà sicuramente più spazio.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime