Le Tissier lascia il Southampton dopo un tweet ‘complottista’ su Bucha

Le Tissier lascia il Southampton dopo un tweet 'complottista' su Bucha

Le Tissier lascia il Southampton dopo un tweet 'complottista' su Bucha

Matthew Le Tissier lascia il Southampton. La leggenda del club, di cui era ambasciatore del club, ha deciso di farsi da parte dopo le polemiche scatenate da un suo ‘retweet’, poi rimosso, che lasciava intendere la sua idea sulla possibile manipolazione dei media in merito alla guerra in Ucraina e al massacro di Bucha. Il 53enne non è nuovo a queste cose. Aveva già attirato polemiche in passato per alcuni suoi post in cui alimentava lo scetticismo nei confronti dei vaccini Covid-19 e delle restrizioni governative.

“Non sostengo la guerra in alcun modo”

“Consentitemi di chiarire in maniera decisa: non sostengo la guerra in alcun modo, né chi toglie la vita ad altri, chiunque commetta questi atti dovrebbe essere punito di conseguenza, qualsiasi atrocità lascia effetti devastanti sulle famiglie delle vittime e su noi tutti – ha scritto l’ex calciatore su Twitter -. A tutti i fan del Southampton dico che ho deciso di rinunciare al mio ruolo di ambasciatore. Le mie opinioni sono le mie e lo sono sempre state, è importante fare questo passo per evitare qualsiasi possibile confusione, ma questo non pregiudica il mio rapporto e il mio amore per il mio club”.

“Rimarrò sempre un tifoso”

“Rimarrò sempre tifoso e sostenitore dei Saints, ma a causa degli eventi recenti è importante separare il lavoro in cui credo dal mio rapporto con il club che ho sostenuto sempre e in cui ho giocato per la maggior parte della mia carriera”, ha aggiunto Le Tissier, ambasciatore del club dal gennaio 2019 ed ex fantasista che vanta 209 gol in 540 partite tra il 1986 e il 2002.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments