Le pagelle di Verona-Roma: lo sbaglio horror di Tameze, Abraham non ne indovina una

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Verona-Roma: lo sbaglio horror di Tameze, Abraham non ne indovina una
Le pagelle di Verona-Roma: lo sbaglio horror di Tameze, Abraham non ne indovina una

Verona
5.5 Montipò
L’impressione che il diagonale di Volpato non fosse imprendibile l’abbiamo avuta solo noi?
4.5 Dawidowicz I dieci minuti più intensi della sua carriera iniziano col suo 2° gol in Serie A e si chiudono con un intervento killer punito dal Var: game over. 
6 Gunter Non soltanto solido, persino elegante. 
5 Ceccherini Trasforma la sfida con Zaniolo in un incontro di greco-romana. E lo perde. Dal 1’ st Hien 6 Contribuisce a risistemare la difesa. Anche perché Zaniolo si fa male. 
5.5 Faraoni Corsa sì, creatività poca. 
6 Hongla Contenere Camara, oggi, non è un compito facile. A volte usa le brutte. Dal 41’ st Sulemana sv.
6 Veloso Guida delle operazioni. Ordinario. Dal 23’ st Magnani 6 Perché un difensore così sta fuori?
5 Depaoli Preso d’assalto. 
5 Kallon Un assist per nessuno, poi nulla più. Dal 1’ st Lasagna 5.5 Solo un po’ più di fiducia. 
4 Tameze In stile Halloween: perde una palla horror, l’esito è letale. 
5 Henry Galleggia e discute. 
5.5 All. Bocchetti Il piano era efficacissimo. Certo non poteva prevedere la follia di Dawidowicz, ma arretrare Tameze è un errore che paga carissimo.  

Roma
5.5 Rui Patricio
Lento come una Alpha Tauri quando dovrebbe tuffarsi sulla deviazione di Dawidowicz. Nel finale, si toglie lo sfizio di una bella parata. 
5.5 Mancini Carta vetrata. Dal 21’ st Matic 7 Un po’ difensore, un po’ regista. Ma è da ala che traccia la linea che sposta la partita. 
5.5 Smalling Cicca un pallone, il Verona segna. È l’unico errore, ma il secondo in due partite.
6 Ibanez Cancella dalla partita prima Kallon poi Lasagna. 
6 Karsdorp Un invito di gala per Abraham, che invece di godersela si strafoga e il gol gli resta sullo stomaco. 
5 Cristante Toglierlo è l’unico modo per evitare ne faccia una grossa. Dal 1’ st El Shaarawy 6.5 Un gol bellissimo, scavalcando il portiere prima si degnare. Tanto per ricordarsi che non ha bisogno di rubacchiare autogol.  
6.5 Camara Sta al centrocampo della Roma come Kanté a quello del Chelsea. Il gol del pari lo costruisce da solo. 
5 Zalewski Deve ricordarsi dove ha messo il coraggio sfrontato di un anno fa. Dal 12’ st Volpato 8 La differenza tra un fallimento e una Roma quarta è un ragazzo di 18 anni costato zero. E col vizio di far malissimo al Verona. Scuderia Totti: che sia un segno?
5.5 Pellegrini Nella notte delle streghe, si traveste da fantasma. Quando emerge, non incide. 
6.5 Zaniolo La paura, i cori di insulti veronesi. E il gol  dopo 280 giorni di digiuno in Serie A. La paura, più del dolore, lo vinse. Dal 12’ st Belotti 4.5 Una galleria degli orrori. 
4.5 Abraham Capo d’imputazione: sbaglia tre gol fatti. Attenuanti generiche: il terzo diventa un assist per Zaniolo. Verdetto: colpevole. 
6.5 All. Mourinho Quando sceglie Volpato ti chiedi: “Perché?”. La risposta, come sempre, la dà il campo.   

5.5 Arbitro Sacchi In uno stadio incandescente, non perde il controllo. Ma fa arrabbiare tutti. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments