Le pagelle di Verona-Roma: Faraoni, un gol d’autore. Pellegrini capitano vero, non solo il tacco

Verona

6 Montipò Nulla può sui gol. Per il resto fa il vecchio stile, lanci e prudenza.

6.5 Dawidowicz Chiusure sontuose su Shomurodov, e quando passano dalle sue parti anche su Zaniolo e Abraham

6.5 Gunter Prende Abraham e non lo molla più, da scuola calcio di un tempo. Sembra di vedere l’allenatore delle giovanili che gli urla “tuo!”.  

6 Ceccherini Fin che sta al suo posto, tutto bene. Quando sale a dare una mano fa più pasticci che altro. Dal 1′ st Magnani 6 Fa tutto con ordine.

7 Faraoni Mena come un fabbro, ma il gol è da scultore.

6.5 Bessa È l’ombra di Pellegrini, non lo lascia mai. Compito quasi impossibile che svolge con mestiere. Dal 20′ st Tameze 6 Tudor lo relega in panchina. Entra carico, senza farla pesare.

6 Ilic Tutto liscio per un tempo. Caccia nella propria porta un traversone di Pellegrini per Abraham ma si fa perdonare con l’impegno.

6 Lazovic Regista decentrato a sinistra. Quasi tutto il gioco del Verona passa dalla sua parte e non è iun caso.

7 Barak Ci prova dalla distanza, poi al momento giusto fa il gol che merita.

7 Caprari Bravo a sguisciare fra centrocampo e attacco. Un assist sporco e deviato per il gol di Barak. Poi segna lui, complice il pasticcio di Mancini. Dal 33′ st Hongla sv.

6 Simeone Una bella girata in avvio ma la palla va larga di poco. Dal 19′ st Kalinic 6.

7 All. Tudor Impassibile sotto il diluvio per dare l’esempio.  Restituisce carattere il suo a questo Verona svuotato dal mercato.

Roma

6.5 Rui Patricio Per un tempo para tutto quello che arriva, quasi sempre in presa. A metà ripresa annulla un match point a Caprari, ma non basta

5 Karsdorp Perde un pallone sanguinoso che Lazovic sbaglia di poco. Un cross così così diventa un assist d’oro grazie a una deviazione. È dalla sua parte che il Verona sfonda. Dal 33′ st Smalling sv.

5 Mancini Non lascia solo un attimo Simeone, ma quanto conta davvero pasticcia. Una deviazione sfortunata si trasforma in assist per Barak. Si fa ingannare dalla finta di Caprari sul raddoppio.

6 Ibanez Il più astuto dei difensori romanisti. Tiene la mente fredda anche quando il Verona scalda la partita.

5.5 Calafiori Dalla sua parte il Verona concede spazio, ma lui non ci si infila. Dal 33′ st Mayoral sv.

5.5 Cristante Feroce nel pressing in avvio. Cresce fino alla traversa presa di testa al 16′. Ma quando il vento gira contro è fra i primi a farsi travolgere. In ritardo su Faraoni in occasione del gol.

5.5 Veretout Recupera un paio di buoni palloni in avvio. Dopo il cartellino giallo, ha paura a dar pedate, ed è quello che servirebbe. Dal 21′ st Carles Perez 6 Porta gamba ed energia.

6 Zaniolo Lo ingabbiano e lo menano, ma qualcosa riesce a combinare. Ci prova da fuori. La progressione palla al piede è tornata quella dei giorni belli. Dal 20′ st El Shaarawy 5.5 Non incide.

7 Pellegrini Una bella punizione per la testa di Cristante. Poi il supergol di tacco alla Benzama sotto il diluvio. Dopo il pareggio veronese si fa mezzo campo palla al piede, gesto meraviglioso e disperato. Capitano vero.

5.5 Shomurodov Corrente alternata all’ala sinistra, c’è e non c’è. Dal 20′ st Mkhitaryan 6 Solita classe, anche se non riesce a scuotere la partita.

5.5 Abraham Liscia di tacco, para di schiena un bel tiro di Zaniolo. Da una sua  sponda perfetta per Pellegrini nasce il secondo gol giallorosso, ma è solo un lampo.

5.5 All Mourinho Quando le cose si mettono male, affida a un pizzino consegnato da Mayoral a Pellegrini le indicazioni alla squadra, ma per una volta la magia non riesce.

5.5 Arbitro Maresca Grazia dal giallo Simeone per un intervento con piede a martello sul ginocchio di Veretout.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime