Le pagelle di Torino-Roma: Rodriguez un disastro, Pellegrini ispira e segna

Torino

Berisha 6 Una bella parata su Kumbulla ma anche tre gol incassati (due rigori), di cui due da Abraham in nove minuti. Sul rigore del 2-0, il retropassaggio di Rodriguez è troppo corto ma il portiere avrebbe potuto evitare l’intervento su Abraham. I due interventi preziosi nella ripresa salvano la sufficienza.

Lukic 6 L’uomo buono per tutti i ruoli. Stavolta gioca terzino e, pur senza eccellere, è comunque il migliore del reparto.

Zima 5 Se la cava quando interviene d’anticipo su Abraham. Ma quando il giallorosso lo punta, lo salta puntualmente: come in occasione del gol.

Rodriguez 5 Limita Shomurodov ma commette l’errore da cui scaturisce il rigore dello 0-2. Il passaggio arretrato è troppo corto e ad approfittarne è il solito Abraham che viene steso da Berisha. (1′ st Buongiorno 5 responsabile del secondo rigore).

Aina 5.5 Gioca un buon primo tempo, attento e concentrato concludendo benino una stagione a lungo steccata. Ma cala nella ripresa.

Ricci 6 Elegante in mezzo al campo, goffo quando prova ad andare al tiro. In fase di appoggio i compagni lo chiamano in causa sempre più spesso: segno che hanno fiducia in lui. (39′ st Mandragora sv).

Pobega 6 Ha voglia di scatenare sul campo i cavalli del suo motore. Ci prova a sprazzi.

Ansaldi 5 Con ogni probabilità è giunto tristemente all’ultima esibizione granata: quando Zalewski cambia marcia sulla fascia, l’argentino evidenzia i 36 anni ormai alle porte. Ammonito dopo venti minuti per fallo su Pellegrini. (1′ st Seck 5.5 acerbo, ma le qualità si intravvedono).

Praet 5.5 Le sue scarpe azzurre sanno disegnare calcio anche nelle serate meno brillanti. Anche se nella ripresa a tratti sparisce dal campo.

Brekalo 4.5 È appena passata la mezz’ora quando perde una sanguinosa palla a centrocampo e sul ribaltamento di fronte Abraham fa 1-0. È il momento peggiore di una brutta serata, in cui prende fischi dal popolo granata che ha mal digerito la sua decisione di voler cambiare aria. (1′ st Pjaca 5 entra ma non lo vedi se non per un destro a giro che finisce a lato).

Belotti 6 Battaglia con Kumbulla, va un paio di volte al tiro ma non trova il gol. Fa il pieno di applausi da parte della gente del Toro che spera di rivederlo in granata anche la prossima stagione. (23′ st Pellegri 5.5 stavolta non gli bastano venti minuti per incidere).

All. Juric 6 Applauditissimo dalla curva Maratona, azzarda esperimenti per il futuro.

Roma

Rui Patricio 6.5 Sicuro in ogni circostanza, super su Pobega nella ripresa.

Mancini 6 Dà l’impressione di non voler affondare i colpi. O, più probabilmente, la calma gli basta per disattivare Brekalo.

Kumbulla 6 Comincia con un paio di esitazioni, ma alla lunga controlla bene le operazioni difensive.

Ibañez 6 Subito ammonito, e con dolo, ma poi prende le misure a Praet e lo ferma senza più la necessità di ricorrere alle maniere forti.

Zalewski 6 Per la prima volta Mourinho lo mette a destra, dove tradisce la mancanza di confidenza con la posizione. Ma ha sedici anni meno di Ansaldi e si nota, se non altro quando si tratta semplicemente di correre. Dal 13’ st Karsdorp 6 Controlla la fascia senza problemi.

Pellegrini 7 Stavolta fa più la mezzala che il trequartista e la fa bene, dosando equilibrio e slanci. Un gol lo segna e un altro lo ispira. Dal 37’ st El Shaarawy sv.

Sergio Oliveira 6 Dà un contributo di robusta concretezza. Dal 13’ st Cristante 6 Entra subito nei ritmi, tuttavia non frenetici, della partita.

Veretout 6.5  Prova a mettersi in mostra per guadagnarsi un posto nella finale di Tirana: gioca una partita lucida e vigorosa. Nella ripresa sfiora il gol.

Spinazzola 6 Nel primo tempo patisce assai Aina, che non è un fulmine di guerra, a dimostrazione che la sua condizione è lontana da un livello accettabile. Gli va meglio quando sull’esterno passa Praet. Dal 37’ st Viña sv.

Abraham 7.5 Chiude il suo primo anno italiano con una doppietta di qualità. Nella prossima stagione può diventare una delle poche stelle internazionali della Serie A.

Shomurodov 6 Svolge discretamente il lavoro di spalla, accelerando appena può, anche se in area non si fa notare. Dal 31’ st Zaniolo 6.5 Procura il rigore del 3-0 ed esibisce un paio di strappi prepotenti.

Allenatore Mourinho 7 Ha la squadra in pugno e i giocatori lo seguono con convinzione. La sensazione è quella di una formazione matura e sicura di sé.

Arbitro Irrati 6.5 Non ha mezza esitazione sui due rigori. La chicca: vede (e segnala) un fuorigioco che la guardalinee era sfuggito.

Le pagelle di Torino-Roma: Rodriguez un disastro, Pellegrini ispira e segnaFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments