Le pagelle di Sampdoria-Genoa: Ekdal non sbaglia nulla, Portanova si fa sentire

Le pagelle di Sampdoria-Genoa: Ekdal non sbaglia nulla, Portanova si fa sentire

Sampdoria
8 Audero
Come Viviano para un rigore decisivo. Nel suo caso addirittura in un derby ed al pressocché infallibile Criscito, che poi va a consolare dopo l’errore. Un gesto di grande sportività. In precedenza, era stato poco impegnato, si era immolato solo su Yeboah in uscita.
6,5 Bereszynski Si cala nell’atmosfera e bada al sodo, malgrado qualche incertezza iniziale. Può festeggiare con il figlio sotto la Sud, improvvisando addirittura un balletto.
6,5 Ferrari Cancella Destro, si conferma il più affidabile della difesa blucerchiata. Rischia, però, di rovinare tutto con l’intervento scomposto che provoca il rigore. Lo salva Audero.
6.5 Colley Sovrasta fisicamente Ekuban, Yeboah gli crea qualche problema in più, ma lascia pochi spazi. Sembra tornato in buone condizioni fisiche.
6,5 Augello Ha il merito di pennellare il cross per il gol di Sabiri. Per il resto spinge poco. Si applica in difesa, senza commettere errori particolari
7,5 Ekdal Giampaolo lo ha praticamente conservato in una teca per questa partita e ha avuto ragione. Lo svedese si mette davanti alla difesa e recupera una miriade di palloni, distribuendo tranquillità e saggezza a tutti. Un pilastro. La dimostrazione che l’intelligenza nel calcio conta ancora di più del dinamismo fine a sé stesso.
5,5 Candreva E’ tornato a destro, ma il livello della prestazione non cresce. Si applica, ma perde tanti palloni. Si ricorda solo un cross perfetto per Sabiri e tante proteste con i compagni per i mancati passaggi. Decisamente poco. (38’st Conti sv).
5,5 Sensi Regala qualità ed una certa freschezza, ma dura un tempo o poco più. Inizia a sbagliare troppo, pare quasi svuotato e Giampaolo lo toglie. Resta il dubbio su un possibile rigore subito dopo novanta secondi (22’ st Vieira 5,5: Non trova mai la posizione come intermedio).
7 Thorsby Nel calcio agrario si esalta. Mille battaglie di testa, chilometri macinati come con Ranieri. Se il copione si semplifica Morten diventa importante. Pugni chiusi, nel finale si esalta e regala adrenalina al pubblico.  
7 Sabiri Non conosce la paura, si conferma il classico “giocatore da piazzetta”. Segna un gol pesantissimo e poi resta sempre dentro alla gara. Stavolta, a differenza di Verona, contribuisce in entrambe le fasi grazie anche alla tenera contrapposizione di Frendrup (42’ st Quagliarella 6: Giampaolo gli regala un cammeo, potrebbe essere il suo ultimo derby).
5,5 Caputo Gara di sacrificio, corre tanto, si batte, ma non riesce mai ad essere un punto di riferimento.
7 Giampaolo Il 4-1-4-1 non lo esalta, ma si adegua. In campo la squadra appare equilibrata ed i giocatori si muovono nelle loro zone preferite. Al resto pensa Audero

Genoa
6 Sirigu:
sempre attento sia con le mani che con i piedi. Chiamato spesso in causa quale difensore aggiunto non sbaglia. Non può nulla sul gol ma si fa trovare pronto nel finale di primo tempo sempre su Sabiri. Praticamente inoperoso nella ripresa.
6 Frendrup: parte bene lottando come un leone su ogni palla nonostante un fisico non da corazziere. Nella ripresa cala sensibilmente e si perde con il resto della squadra.
6 Bani: in difesa è ovunque e si fa sentire anche quando deve impostare. Non ha colpe sul gol avversario.
5,5 Ostigard: si fa sorprendere da Sabiri che parte alle spalle sul cross di Augello. Poi gioca una gara ordinaria ma spesso appare in affanno.
5,5 Vasquez soffre Candreva che nei primi minuti lo supera più volte senza problemi andando spesso al cross. Migliora col passare del tempo ma spinge poco. Dal 1′ st Criscito 5: Sbaglia il rigore che può valere una stagione al 4′ di recupero del secondo tempo e crolla in lacrime dopo un secondo tempo comunque di buon livello.
6 Sturaro: la sua partita dura 38′ ma la sua esperienza si vede. Lotta a centrocampo ma è soprattutto dalla trequarti che si fa sentire. I suoi cross a spiovere creano non pochi problemi alla difesa blucerchiata che rischia su colpo di testa di Ekuban. Dal 38′ pt Portanova 6,5 entra benissimo in partita e fa sentire il suo peso quando c’è da fare pressione ma anche da impostare. Cerca la porta da fuori ma senza troppa fortuna, dovrebbe crederci di più , poi come i compagni si fa prendere dalla frenesia finale.
5,5 Badelj come Ostigard si perde Sabiri sul gol. Cerca di rimediare con alcune conclusioni che finiscono però sempre fuori, con la sua esperienza poteva fare di più, soprattutto al momento del tiro.
5 Amiri: con le sue qualità può e deve fare di più. Prova la conclusione da lontano impegnando Audero ma in fase di pressing appare svogliato. Cerca con troppa insistenza il dribbling solitario perdendo spesso il pallone, esce per un problema muscolare. Dal 10′ st Melegoni non riesce ad incidere e si perde nell’assalto finale senza contribuire adeguatamente.
6 Galdames non si ferma un secondo, corre dietro ad ogni avversario e cerca di impostare difettando però a volte di precisione. Dal 28′ st Yeboah: lotta ma incide poco in un finale concitato. Cerca di saltare l’uomo ma alla fine non risce ad incidere.
5,5 Ekuban l’impegno non manca mai. La mira invece fa difetto. Ci prova di testa ma il pallone termina di poco a lato, poi a tu per tu con Audero in uscita spara fuori. Lotta ma non basta. Dal 10′ st Gudmundsson 5,5 i piedi non sono male ma è leggero. Prova a mettere in mezzo qualche pallone della speranza ma nel finale si perde come i compagni.
5 Destro cerca sempre la spizzicata di testa e il dialogo coi compagni ma spesso è preda dei difensori avversari. Non ha alla fine nemmeno una vera occasione e per un attaccante è la cosa peggiore
5,5 Blessin parte con il consueto 4-2-3-1, perde alla mezz’ora Sturaro poi cambia inserendo tutti gli attaccanti dalla panchina e Criscito per Vasquez nell’intervallo. Mossa peraltro azzeccata sino al rigore sbagliato. Con i giocatori a disposizione fa quel che può.

Le pagelle di Sampdoria-Genoa: Ekdal non sbaglia nulla, Portanova si fa sentireFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments