Le pagelle di Salernitana-Roma: Pellegrini delizioso, Abraham timido

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Salernitana-Roma: Pellegrini delizioso, Abraham timido

Salernitana 

5 Sepe Lento a decriptare la traiettoria del tiro di Cristante.  

4.5 Bronn Se Zaniolo non segna tre gol in mezz’ora non è certo per merito suo. Deve ringraziare la dea bendata.  

5.5 Gyomber La deviazione fatale sul tiro di Cristante ribalta il concetto di gol dell’ex, per lui che a Roma ha vissuto stagioni melanconiche.  

5.5 Fazio Altro ex a cui il ritorno da avversario non strappa sorrisi. Almeno, si toglie il gusto di fermare alla dogana il passo di Dybala.  

5.5 Candreva Impassibile, anche quando la curva romanista gli urla insulti irriferibili per il passato laziale. Il dirottamento a sinistra ne peggiora persino la serata.  

5 Kastanos Non argina, non s’inserisce. Dal 9′ st Ribery 6 Mostra di avere buone idee, non più il passo per realizzarle.  

5.5 Coulibaly Anche lui sporca il tiro che dal piede di Cristante finisce in porta. In altre fasi della partita si mostra determinato. Dal 28′ st Kristoffersen 5.5 Non segna una svolta.  

5 Vilhena Ha voluto il numero dieci e i suoi primi due palloni sono due assist. Ma ai romanisti. Poi, spara malamente in curva palloni da fuori.  

6.5 Mazzocchi La scarsa convinzione di Abraham gli permette un salvataggio a porta vuota. L’unico a trovare degli spiragli nelle maglie romaniste. Dal 17′ st Sambia 5.5 Una sola domanda: perché togliere Mazzocchi? 

6 Bonazzoli Almeno prova a rendersi, se non pericoloso, almeno utile.  

5 Botheim Incubo autunnale di Mourinho un anno fa col Bodo, forse la calda estate italiana ha sciolto i suoi artigli. Dal 17′ st Valencia 5.5 Fa pochino. 

6 All. Nicola Forse non naufragare era il massimo possibile. Gestendo meglio un paio di occasioni la sua Salernitana poteva uscirne persino con un regalone. Che però non meritava. 

Roma 

6 Rui Patricio Ordinaria amministrazione.  

6.5 Mancini La cosa migliore, più che l’argine che alza su Mazzocchi, il lancio per Zaniolo persino più invitante di quello che è valso l’Europa League.  

6.5 Smalling Solita (e solida) assicurazione sulla vita.  

6 Ibanez Nemmeno Ribery gli toglie il sonno.  

6 Karsdorp Un rischio su Mazzocchi in area tra lo sciagurato e il coraggioso. Prevale la seconda.  

7 Cristante Utile sempre, dilettevole abbastanza da offrire alla Roma i suoi primi tre punti. È luce nella notte delle (quattro) stelle.  

6.5 Pellegrini Più creatore che regista: abbassarlo a centrocampo, con questo Zaniolo, è quasi una necessità. Che lui trasforma in un piacere.  

6.5 Spinazzola Un passo in più sulla strada del ritorno a essere ciò che è stato. Nella ripresa, in campo aperto, apre squarci profondissimi.  

6 Dybala Un palo che è un delitto, un tocco morbido, troppo, un assist a Wijnaldum cancellato dal guardalinee. Ma all’appuntamento con la prima Joya è ancora in ritardo. Dal 44′ st El Shaarawy sv.  

6.5 Zaniolo Tormento ed estasi: tre gol divorati, poi una delizia per invitare Dybala al primo gol che il palo gli nega. Rispetto a un anno fa è un uragano. Tenerlo o meno a Roma farà una significativa differenza. Dal 34′ st Wijnaldum sv 

5 Abraham È come se il modulo a quattro stelle gli togliesse rifornimenti. Imperdonabile la tenerezza con cui spara su Mazzocchi con tutta la porta deserta. Dal 23′ st Matic 6 Gestione di prassi.  

6.5 All. Mourinho La collezione infinita di occasioni certifica la crescita esponenziale della Roma quanto a gioco e qualità. Il fato che le sbagli, non è imputabile a lui. Ma dovrà lavorare per risolvere il problema.   

6 Arbitro Sozza Nemmeno un momento in cui avere dubbi su di lui.  

Le pagelle di Salernitana-Roma: Pellegrini delizioso, Abraham timidoFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments