Le pagelle di Roma-Lecce: Abraham proprio non vede la porta, Falcone è una sicurezza

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Roma-Lecce: Abraham proprio non vede la porta, Falcone è una sicurezza
Le pagelle di Roma-Lecce: Abraham proprio non vede la porta, Falcone è una sicurezza

Roma
6 Rui Patricio
Inspiegabile come senza colpe si ritrovi ancora una volta a subir gol. 
6 Mancini Schiaccia il freno sempre dopo il tamponamento. E il giallo. Dal 43’ st Kumbulla sv. 
7.5 Smalling In una Roma che non segna mai, è l’unica certezza: in un’area e nell’altra, dove ha segnato più gol di Abraham: difensore a chi?
6 Ibañez Più elegante di Mancini, meno efficace di Smalling. 
7 Zalewski Un incantesimo continua a proibirgli la gioia di un gol. Ma la sua qualità è merce rara nell’organico di Mourinho. 
6 Cristante Ordinario fino allo sfinimento. 
6.5 Pellegrini Fosse un’opera, sarebbe i Prigioni di Michelangelo: alta qualità artistica rimasta incompiuta. 
6 Viña Bocciatura rapida, forse ingiusta. Dal 1’ st Spinazzola 5.5 Spedisce un cross da posizione comoda direttamente in fallo laterale.  
6.5 Dybala “Perché ha passato 45 minuti a preservarsi?”, ti chiedi Poi si stira calciando il rigore. E capisci. Nel frattempo, ha i tre punti li regala ancora lui. Dal 5’ st Matic 6 Cartacarbone di Cristante. 
5 Zaniolo Più sbatte sugli avversari, più insiste a finirci contro. Dal 1’ st Abraham 5.5 Si prende un rigore senza nemmeno aver mai toccato il pallone. Ma quella con la porta resta una relazione complicata. 
5 Belotti Sembra quei cani che fanno una gran fatica per cercare di prendersi la coda, finendo solo per girare in tondo. Dal 32’ st Shomurodov 5.5 L’unico a non accorgersi di essere in fuorigioco quando toglie a Zalewski un corridoio per la porta. 
6 All. Mourinho Vince di un gol, in superiorità numerica per 70 minuti e con un rigorino a favore: altro che corto muso. 

Lecce
6.5 Falcone
Vince il braccio di ferro con Zalewski. 
5 Gendrey Già sei più basso di Smalling. Se poi non salti neanche… 
6 Baschirotto La Roma non sfonda, lui dei meriti li ha. 
6 Umtiti L’assist involontario a Strefezza è un premio alla caparbietà con cui difende quel pallone. Dietro, cerca di reggere. 
5.5 Pezzella Zalewski largamente tra i migliori. Lui, dov’era?
6 Gonzalez Partecipa alla massiva opera di contenimento. 
4.5 Hjulmand Si prende un rischio enorme. Eccessivo, per il Var, che lo fa cacciare. 
6 Askildsen Eccellente. Fin quando non decide di assumersi in area il rischio di un anticipo su Abraham che la fiscalità dell’arbitro trasforma nel fatal rigore. Dal 25’ st Helgason 6 Per il collega dolorante, senza che cambi molto. 
7 Strefezza Il gol che lascia nella bocca di Baroni il gusto di un’impresa. Dal 26’ st Di Francesco 6 Un colpo di testa troppo timido: il Lecce finisce lì. 
5.5 Ceesay Moltissimi movimenti intelligenti. E nemmeno un tiro. Dal 45’ st Oudin sv.
6 Banda Bollicine. Dal 36’ st Colombo sv. 
6 All. Baroni Assapora l’idea di rovinare a Mourinho la serata. E la rabbia per come sia finita merita di condividerla con l’arbitro.  

4.5 Arbitro Prontera Se hai 36 anni e al Var il collega con 58 partite internazionale ti suggerisce di cambiare idea, spesso gli dai retta. Anche se sbagli per eccesso, come per il “rosso” a Hjulmand. Davvero generoso il rigore. In più, entrambe le decisioni vanno dalla stessa parte.  

Le pagelle di Roma-Lecce: Abraham proprio non vede la porta, Falcone è una sicurezzaFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments