Le pagelle di Milan-Spezia: Origi non incide, Kalulu in confusione. Tonali, colpi da campione

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Milan-Spezia: Origi non incide, Kalulu in confusione. Tonali, colpi da campione
Le pagelle di Milan-Spezia: Origi non incide, Kalulu in confusione. Tonali, colpi da campione

Milan

5,5 Tatarusanu Un’uscita sciagurata fuori area: Nzola lo grazia. 

5 Kalulu Stranamente fuori fase, dopo l’eccellente serata di Champions. 

5 Gabbia Gli spazi troppo larghi della linea a tre, che lui dovrebbe compattare, non lo aiutano di sicuro.

5 Tomori Non ha lui tutte le colpe, per la difesa ballerina, però è suo il fallo che convince il Var ad annullare il 2-1 di Tonali.  

5 Messias Dopo un promettente apprendistato nel primo tempo da ala tornante in senso letterale, scivola nella sommaria chiusura su Daniel Maldini. Dal 27’ st Rebic 6: l’ispirazione è rimasta alla Champions, ma è feroce nel ribaltare l’azione.

6 Krunic Il tuttofare diventa interno di centrocampo e funziona sempre con i suoi inserimenti, colpendo anche l’incrocio, ma è correo della precaria copertura sul gol dello Spezia.  

6,5 Bennacer Pioli lo toglie per dargli respiro, ma anche per via dell’ammonizione. Perfetto l’assist per Hernandez. Dal 1’st Tonali 7: ormai è a lui che si affida Pioli nei momenti difficili: per il carattere, ma anche per i colpi, vedi il magnifico tiro del potenziale 2-1 e il cross con cui pesca Giroud per il gol della vittoria.  

6 T. Hernandez Il voto è la media tra le riuscite incursioni da attaccante aggiunto, a cominciare dal gol, e le liti frequenti. Rischia il rosso, ma verrà squalificato lo stesso, perché era diffidato. Dopo 10’ spaventa San Siro per il timore di un infortunio muscolare.

6 B. Diaz Semina sistematicamente gli avversari, ma stavolta si perde al tiro. Dal 27’ st De Ketelaere 5: ancora impalpabile sotto porta, dove sbaglia di nuovo da due passi.

5 Origi Fa molti movimenti utili e giocate prestigiose, come un tacco smarcante. Ma nel computo finale, stavolta, non ci sono cose decisive. Dal 27’ st Giroud 7: il gol è da fenomeno dell’area, l’espulsione diventa un peccato veniale.

6 Leao La nuova tattica lo lascia libero di spostarsi dove meglio crede, spesso anche ad avviare l’azione. Ma è scalognato al tiro e perde qualche pallone di troppo. 

6 Pioli Disegna sempre un Milan ultraoffensivo, stavolta senza i soliti contrappesi. Ma il risultato dà ragione a lui.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments