Le pagelle di Milan-Inter: Tatarusanu eroe del derby, Calhanoglu con personalità

Milan
7 Tatarusanu
Intuisce, ci crede, ci va. Non era previsto dovesse giocare un derby. La parata sul rigore ne fa l’eroe di serata. 
6 Calabria Avanti e indietro, indietro e avanti. Fatica, si spende, carica i suoi. Capitano.
6.5 Kjaer Non sbaglia mai. Ora gli manca solo l’Ambrogino d’oro per quel che ha fatto lo scorso 12 giugno
6.5 Tomori Sale a strappar palloni a centrocampo. Poi salta sul gol, che sul tabellino non è suo ma è come se lo fosse.
5.5 BalloTouré Un’entrata scomposta, da campetto, costa un rigore. Si fa quasi perdonare salvando sulla riga un tap-in di Barella Dal 1’ st Kalulu 6 Solido.
6.5 Tonali Una furia. Mette le cose in chiaro in avvio, quando a spallate costringe Darmian a correre fuori dal campo. Dal 26’ st Bennacer 6 Ordinato e in posizione.
5 Kessie Si abbassa fra i centrali quando la palla la ha l’Inter. Aggancia un polpaccio di Calhanoglu. Sbaglia lo sbagliabile, compresa la ribattuta sul palo di Saelemaekers.
5.5 Diaz Tenta slalom fra gli avversari, ma è spesso palla persa. Dal 14’ st Saelemaekers 6 Prende un palo nel finale.
6 Krunic Fisso su Brozovic. Gara di sacrificio. Dal 39’ st Bakayoko sv
6 Leao Tanto movimento. Spreca nel primo tempo sparando la palla addosso ad Handanovic. Dal 14’ st Rebic 6.5 Entra carico.
6 Ibrahimovic Largo a destra, sulla trequarti, a centrocampo: è ovunque tranne che in area. Nel finale prende in mano la squadra.
6 All. Pioli Qualcosa non va in difesa, ma il suo Milan non si disunisce, evita il peggio e cresce nel finale. 

Inter
6 Handanovic
Il poco che fa lo fa bene.
6.5 Skriniar Un ombrello sulle teste degli attaccanti del Milan. Trita Ballo Touré quando si avventura dalle sue parti.
5.5 De Vrij Salta dietro all’uomo che dovrebbe marcare e segna nella sua porta.
6.5 Bastoni Corre a velocità doppia. Recuperi, discese, diagonali. Dal 39’ st Dimarco sv
6 Darmian Contro Theo sarebbe stata un’altra storia, ma Ballo Touré lo fa sembrare un gigante. Cala nella ripresa. Dal 31’ st Dumfries 6 Corre, non a vuoto.
6 Barella Con Kessie si studiano, si menano, si rispettano. È calcio, sembra boxe. Dal 23’ st Vidal 6 Argento vivo. Non molla niente.
6 Brozovic Sempre pressato e spesso senza compagni vicini, si danna per far girar palla comunque.
7 Calhanoglu Si procura il rigore e lo segna, e così zittisce i due terzi dello stadio che gli insultano la mamma.
6.5 Perisic Corre come un ragazzino. Fughe da ala fuoriserie e recuperi da terzino modello base.
5.5 Dzeko Sponde intelligenti, ma fatte a trenta metri dalla porta servono a poco. Dal 31’ st Correa 5.5 Non trova il posto in campo.
5 Lautaro Solita grinta manca il resto: precisione, tempi. Il rigore lo tira bene, merito del portiere. Dal 39’ st Sanchez sv
6.5 All. Inzaghi L’Inter non rinuncia mai a giocare, ma nella serata più importante non può contare sulle punte.

5.5 Arbitro Doveri Soli due cartellini e pochi fischi. Lascia giocare ovunque tranne che in area.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime