Le pagelle di Juventus-Spezia: Szczesny decisivo, Bastoni intraprendente

Le pagelle di Juventus-Spezia: Szczesny decisivo, Bastoni intraprendente

Juventus
Szczesny 7:
due parate decisive. La vittoria è quasi tutta sua.
Danilo 6: a destra non corre pericoli, va invece in difficoltà quando si sposta a sinistra.
Rugani 6.5: blinda l’area e mette in moto l’azione del gol.
De Ligt 6.5 non si perde nelle baruffe con Manaj. Nella ripresa è sotto pressione ma regge bene.
Pellegrini 6: ha slanci di entusiasmo che certe volte sono persino eccessivi, perché lo inducono a giocate precipitose. Però è sempre vivo, reattivo, propositivo. Dal 18’ st Bernardeschi 5: rientra dopo un mese e la prima cosa che gli viene in mente di fare è un fallo sciocco a centrocampo: ammonito, sarà squalificato. Davvero una bella a mano a una squadra già in difficoltà per le assenze.
Cuadrado 6: da ala, confeziona le due azioni più belle e sfiora anche il gol. Da terzino, resta a galla con molta fatica.
Locatelli 6: gioca un ottimo primo tempo da mezzala insistente e creativa (è suo l’assist per Morata), ma nel secondo esce completamente dalla partita.
Arthur 5: tocchi brevi, spesso imprecisi, talvolta pericolosi (per i compagni)
Rabiot 5.5: sbaglia puntualmente la decisione concettuale della giocata. Molto utile  in fase difensiva, però.
Vlahovic 5.5: si impegna nelle sponde, cerca il dialogo con Morata e i centrocampisti, viene spesso abbandonato a sé stesso e fa molto poco per combattere la solitudine. Zero tiri in porta. Dal 41’ st Kean sv
Morata 6.5: segna un gol che pesa, poi si dedica al gregariato.
Allenatore Allegri 6: si riduce a fare le barricate in casa contro lo Spezia. Ma è sempre più vicino alla testa della classifica.

Spezia
Provedel 5.5:
un’ottima parata su Cuadrado, ma è un suo avvio scentrato che avvia l’azione che decide la partita. Lavora molto meno di Szczesny.
Ferrer 6.5: spinge con precisione e insistenza sulla destra. Serve a Gyasi una palla perfetta.
Erlic 6: preso in controtempo sul gol bianconero, ma per il resto è impeccabile.
Nikolaou 6.5: molto efficace nella marcatura come anche quando fa muro alle conclusioni.
Reca 5.5: di spazio ne trova, ma non è troppo lucido nella gestione delle azioni più favorevoli.
Maggiore 6: tiene alto il ritmo e regge il confronto fisico. Meno lucido nel tocco, invece. Dal 31’ st Bourabia sv.
Bastoni 6.5: carbura con il passare dei minuti, fino a diventare un esempio del gioco di aggressione e ripartenza.
Verde 6: impalpabile nel primo tempo, ma nel secondo squinterna la Juve con la fantasia del suo piede sinistro.
Agudelo 6: il suo passo corto e i suoi dribbling stretti mettono in difficoltà gli avversari. Manca però il colpo del ko.
Gyasi 5.5: prima si spolmona sulla fascia e poi va fare il centravanti. Ma quel colpo di testa parato sulla linea da Szczesny è prima di tutto un gol sbagliato.
Manaj 5.5: non si tira mai indietro nei corpo a corpo, ma non cava un ragno dal buco. Dal 31’ st Kovalenko sv.
Allenatore Thiago Motta 6.5: presenta una squadra con idee chiare, solidità e senso del gioco. Gioca meglio di quando ha battuto a domicilio Milan e Napoli ma stavolta non ha la stessa fortuna.

Arbitro Fourneau 6: non ha pietà coi cartellini, soprattutto verso chi protesta. Sorvola su un contatto Rabiot-Ferrer nell’area juventina.

Le pagelle di Juventus-Spezia: Szczesny decisivo, Bastoni intraprendenteFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments