Le pagelle di Italia-Inghilterra: Bonucci annulla Kane. Mancini cambia tutto, e ha ragione

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Italia-Inghilterra: Bonucci annulla Kane. Mancini cambia tutto, e ha ragione

Le pagelle di Italia-Inghilterra: Bonucci annulla Kane. Mancini cambia tutto, e ha ragione

Italia

6.5 Donnarumma Due “no” sbattuti in faccia a Kane.  

6.5 Toloi Perde una pallaccia, abbraccia Bonucci che lo salva. Poi è un muro.  

7.5 Bonucci Mette la museruola a Kane. Com’era la storia della pastasciutta? 

6.5 Acerbi Esperienza al servizio del risultato.  

6.5 Di Lorenzo Un tacco manciniano per Raspadori. E molta lotta.  

5 Barella Sbaglia una palla ogni tre. Voi che avreste fatto? Dal 18′ st Pobega 6.5 Tackle mozzafiato.  

6.5 Jorginho Profeta di un calcio che l’Italia non gioca più. Ma è indispensabile. Dal 44′ st Emerson sv.  

6.5 Cristante Fa tutto ciò che a Barella non riesce mai.  

7 Dimarco James e Walker non hanno idea di come prenderlo. Il palo gli nega un gol che stramerita. Dal 44′ st Frattesi sv.  

6 Scamacca Il colpo di testa dopo 2 minuti è il trailer di un brutto film: pensi sia solo una parte dello show, invece era tutto lì. Dal 18′ st Gnonto 6.5 Sembra Sterling, ma lui tira.  

7.5 Raspadori Quel destro che arrotola in porta è il timbro sull’inizio di una nuova era. Dal 37′ st Gabbiadini 6 Il tempo di divorare il bis.  

7 Ct Mancini Demolisce il 4-3-3 totem degli Europei. Cambia tutto, trova una nuova Italia.

Inghilterra

6 Pope Un piede tra Gabbiadini e il gol.   

4 Walker La sua faccia, davanti a Raspadori, ricorda il crollo di una diga. Dal 27′ st Shaw 5 Sacrificato.  

6 Dier Alla fine, è il vero regista. E infatti le idee scarseggiano.  

5.5 Maguire Sbuccia palloni con grande autostima. Anche troppa.  

6 James La domanda è: perché le punizioni le tira uno come lui?  

6 Bellingham Fargli fare il cane da guardia di Raspadori è sacrilego. Nel finale isterico è l’unico che mantiene la lucidità.  

5 Rice Sembra il vigile di piazza Venezia: dirige un traffico che va per conto proprio.  

4.5 Saka Né ala, né terzino. Dal 27′ st Grealish 5 Urticante, ma per i suoi.  

5.5 Foden Quando si accentra, sembra Modric. Ma un guinzaglio dalla panchina lo vuole sempre largo. 

5 Kane Il massimo che gli riesce è qualche contropiede e un tiraccio in curva.  

5.5 Sterling S’accende ma non brucia: fuoco fatuo.  

3 Ct Southgate Come affidare la Filarmonica al direttore della banda del paese. La retrocessione è la lettera scarlatta su una gestione sciagurata.  

5.5 Arbitro Gil Manzano Fischia troppo e male.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

ma ERIKSEN ha giocato con la danimarca?
ma ERIKSEN ha pure segnato?
ma ERIKSEN non era considerato ormai in fin di vita dai politici e medici ipergarantisti italiani?
ma ad ERIKSEN i politici e medici ipergarantisti italini non AVEVANO VIETATO DI GIOCARE A CALCIO?

questi politici, legislatori e medici ipergarantisti, STANNO VEDENDO COME GIOCA; CORRE E SEGNA il loro malatino che loro davano giá con un piede nella fossa?

e chi rimborsa la societá INTER per un giocatore efficace e risolutivo che da questi politici, legislatori e medici ipergarantisti non ha piú avuto il permesso di giocare?

come riesce allora a FARE GOL IN DANIMARCA?

la danimarca é forse un paese del terzo mondo, dove la salute degli atleti non é minimamente protetta?

o forse sono i politici, i legislatori e i medici ipergarantisti italiani a voler metterci il naso anche dove non dovrbbero?