Le pagelle di Genoa-Roma: Felix scheggia impazzita, Badelj naufraga

Genoa

6 Sirigu Tocca il doppio dei palloni di Pandev e questo la dice lunghissima sulle intenzioni del Genoa. Niente parate memorabili, sui gol cosa dirgli?

5 Sabelli Quando scalcia un campanile rugbystico per inseguirlo senza speranza, hai l’impressione che sia quasi confuso. Dal 39’ st Ghiglione sv

6.5 Biraschi E’ la dogana che ferma Shomurodov, quando non ci pensa da solo. Dal 39’ st Bianchi sv

5.5 Masiello In difficoltà: maltratta Abraham, ma guidare la difesa non è il suo mestiere.

6 Vasquez Deve regolarmente tappare falle aperte a destra e a sinistra. Fatica.

5.5 Cambiaso Una partita a inseguire e a guardarsi le spalle.

5.5 Sturaro Lascia le impronte digitali sull’unica palla gol del Genoa. Il problema è che avrebbe potuto far meglio. Dal 45’ st Buksa sv

4.5 Badelj Il campo è mare in burrasca e lui naufraga malamente. Dal 45′ st Galdames sv.

6 Rovella Movimento ne fa tanto, iniziative ne prende. Basta? Purtroppo per lui, no.

5 Pandev Chiedergli di essere quello che ricordava Mourinho sarebbe ingeneroso. Ma così serve a poco. Dal 18′ st Hernani 5 Chi l’ha visto?

5 Ekuban A 27 anni, dopo 9 partite in Serie A, non ha ancora segnato. E non è un caso.

5.5 All. Shevchenko Senza Destro, unico attaccante utile, senza Caicedo, unica riserva utile, e senza Criscito, Fares, Bani, Maksimovic, sarebbe ingeneroso chiedergli più di un dignitoso catenaccio.

Roma

6.5 Rui Patricio Una parata soltanto: ma fondamentale per evitare che un rimpallo si trasformasse in una beffa.

6.5 Mancini Non avendo lavoro per cui sarebbe competente, cerca fortuna avanti. Anticipi possenti.

6 Kumbulla Difficile possa correre rischi, senza avversari davanti. Dal 42’ st Smalling sv

6 Ibanez Gioca palloni, quasi tutti in orizzontale.

7 Karsdorp Più forza, più gamba o forse soltanto più voglia degli altri.

6.5 Pellegrini Da buon romano, si perde nel traffico. Ma dopo 28 minuti a prendere calci, apre un corridoio verso la porta a El Shaarawy. Ripresa in crescita. Dal 47′ st Bove sv. 

6 Veretout Geometrie elementari, fin troppo.

7 Mkhitaryan Segna un gol che non vale perché Abraham fa quello che a Sirigu non riesce. Decide allora di affidare il matchball a Felix, dopo aver letteralmente affettato il Genoa. Dominante. 

6.5 El Shaarawy Demansionato a terzino o quasi, alla fine è l’unico capace di spaventare Shevchenko. Se non va oltre lo spavento la colpa non è sua.

5 Abraham L’unico pallone che tocca nell’area avversaria è la parata che cancella il gol di Mkhitaryan. Dominato. 

4.5 Shomurodov Il debito di gratitudine verso il Genoa può ritenersi saldato, visto che spara in curva una palla solo da appoggiare in porta. Dopo tre mesi, ancora un’incognita. Dal 30’ st Felix 9 A nemmeno diciannove anni, due gol e la sensazione di essere la scheggia impazzita di un sistema altrimenti con poche idee. Ha vinto un paio di scarpe nuovissime, regalo di Mourinho.

6.5 All. Mourinho Chi dice che non ama i giovani? In questa versione romana di sé, José ha (ri)scoperto il piacere di cercare pietre preziose nella miniera di casa. Il copione è da migliorare, il finale efficacissimo.

5.5 Arbitro Irrati Piccoli errori ininfluenti ma non sorprendenti.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime