Le pagelle di Empoli-Milan: Luperto determinato, Rebic ritrovato

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Empoli-Milan: Luperto determinato, Rebic ritrovato
Le pagelle di Empoli-Milan: Luperto determinato, Rebic ritrovato

Empoli
6,5 Vicario
Su Leao una respinta di piede da Donnarumma, cioè da Nazionale, su Saelemaekers  un tuffo in sicurezza, sulla punizione deviata di Tonali un guizzo di classe.
6 Stojanovic Cerca di non scoraggiarsi sugli zig-zag di Leao: si spinge al cross e pure al tiro del mancato 1-0.  Inciampa nelle marcature nel finale.
5,5 De Winter Un salvataggio sul tacco di Giroud e un po’ di affanno, con scalata sbagliata sul gol decisivo.
6 Luperto Giroud lo punta e lo stuzzica, lui più o meno regge, spesso con le cattive.
6 Parisi Discese dosate con tempismo: Kjaer lo stende, meritando il giallo. Non contrasta Krunic come dovrebbe.
6,5 Grassi Piazzato davanti alla difesa, diventa anche il custode di De Ketelaere, con qualche successo, prima dell’infortunio nato proprio da un recupero difensivo. Dal 47’ pt Marin 6: rileva i compiti del compagno e cerca da fuori il vantaggio, mancandolo di poco.
6 Haas Si trova nella zona più affollata e nel traffico ogni tanto si perde. Dal 38’ st Cambiaghi sv.
5,5 Pjaca Trequartista nominale, data la penuria di palloni. Dal 13’ st Bajrami 6,5: sbaglia due gol, ma firma su punizione quello dell’illusione e in generale accende il gioco.
6,5 Henderson Alcuni strappi efficaci e il tiro più cattivo dell’Empoli nel primo tempo. Dal 13’ st Bandinelli 6: si fa trovare al posto giusto in pressing.
5,5 Satriano Qualche bisticcio col pallone, più concretezza nell’appoggio al contropiede. Dal 38’ st Destro sv. 
6 Lammers Movimenti a pendolo, per aprire corridoi. Nel secondo tempo si avvicina al gol, in anticipo di testa.
6 Zanetti Organizza una squadra pratica e umile. Protesta comprensibile sull’azione del gol di Rebic.

Milan
5,5 Tatarusanu
Il portiere d’emergenza è decisivo: spegne i due veri assalti avversari. Sulla punizione di Bajrami, però, è fuori posto e in ritardo.
6 Calabria Accompagna le azioni d’attacco sulla fascia meno battuta, ma poi lo stantuffo si infortuna. Dal 39’ st Kalulu 6: più anarchico del solito nelle avanzate d’impeto, s’aggiusta da centrale.
5,5 Kjaer Spaventa tutti i milanisti e anche se stesso, quando si ferma per la botta a un ginocchio. Rientra, ma non è ancora quello dei tempi migliori. Poi s’arrende. Dal 28’ st Dest 5,5: fin troppo disinvolto, copre maluccio.
6 Tomori Stranamente macchinoso, dopo la bizzarra parentesi con l’Inghilterra senza minuti in campo, non sempre brilla in marcatura stretta, il suo mestiere. Si riprende via via.
6,5 Ballo-Touré Incespica talvolta nel trascinare palla, crossa con mira opinabile e rischia il rigore su respinta con un fianco: non è Hernandez, e si sapeva. Ma l’insospettabile fiuto del gol aggiusta tutto.
6 Bennacer Il primo tempo paludoso non si presta al fraseggio e lui appare stanco dopo le partite con l’Algeria, però tiene saldo il reparto. Causa la punizione che poteva essere fatale, poi lo aiutano i compagni a sentirsi tranquillo.  
6 Tonali Chiude da capitano per le assenze altrui, ma alla sua età (22 anni) è un’investitura. S’impegna all’inizio nel riuscito pressing e in generale spalanca spazi utili. Sfiora il successo su punizione, cade sulla fuga di Bajrami, si rialza da trascinatore nell’epilogo.
5,5 Saelemaekers Entra in area spesso e volentieri, dissipando tuttavia l’assist di Leao. Si fa male presto. Dal 33’ pt Krunic 6,5: il tuttofare ridisegna  la trequarti, da centrocampista di passo trasferito all’ala. Mezzo gol di Ballo-Touré è suo, per l’assist di testa.
5,5 De Ketelaere Si ferma sulla soglia della rifinitura artistica: una la spreca Leao, sulle altre aspetta un attimo di troppo. Dal 28’ st Diaz 5,5: si attorciglia e si sgroviglia.
7 Leao Stavolta si abbandona alla tentazione di strafare: slalomeggia e sbaglia il tiro. E il colpo di testa non è il suo forte. Ma poi s’inventa la giocata che stava per consegnare al Milan la vittoria e poiché non basta, rifinisce l’avvio dell’azione del secondo gol e chiude quella del terzo. I milanisti hanno l’ulteriore certezza che non è il caso di perdere il campione più forte.
6,5 Giroud Anche se ha indubbiamente il fisico, troppe partite consecutive e gli annessi viaggi si fanno sentire. Altruista, offre sponde e cross. La traversa gli para una punizione d’autore. Dal 28’ st Rebic 6,5: riappare a dare fiato al compagno, ed è già qualcosa. Ma segna pure, ed è tantissimo e poi lancia Leao per la fuga definitiva.
6,5 Pioli Conserva il noto assetto malgrado l’emergenza, però non è che tutti i suoi giocatori siano uguali. Anche per questo la vittoria vale doppio.

5 Arbitro Aureliano Si districa in una serata di molti corpo a corpo, che può diventare nervosa. Pasticcia sulla rimessa in gioco di Tonali.

Le pagelle di Empoli-Milan: Luperto determinato, Rebic ritrovatoFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments