Le pagelle di Chelsea-Milan: James devastante. Disastro Dest, De Ketelaere un fantasma

Al momento stai visualizzando Le pagelle di Chelsea-Milan: James devastante. Disastro Dest, De Ketelaere un fantasma

Chelsea

5 Kepa Disoccupato a lungo, ma poi ipnotizza De Ketelaere, peraltro in serata torpida.
7 Fofana Contrasti robusti per scoraggiare Leao e soprattutto la zampata vincente nel groviglio di gambe. Poi immola alla causa un ginocchio. Dal 37′ pt Chalobah 6: ingresso non semplice, tra i primi flutti dell’attacco milanista. Resiste e nella ripresa si tranquillizza.
7 Thiago Silva Tredici anni fa a Marsiglia la sua prima volta in Champions col Milan, oggi la sua prima da avversario implacabile: al terzo colpo di testa in pochi secondi causa la mischia fatale.
6 Koulibaly Finalmente titolare con Potter, resta ancorato alla linea a tre.
7 James Puntello offensivo di destra, allarma Ballo-Touré con sistematiche avanzate, fino a devastare l’intero Milan.
6,5 Loftus-Cheek Potter sceglie lui nell’abbondanza in mediana, ma la sorpresa è relativa: domina la zona per fisico e senso della posizione.
6,5 Kovacic In controtendenza rispetto alla vecchia fama di svagato giocoliere, sradica palloni preziosi. Dal 29′ st Jorginho 6: deve accettare il ruolo di rincalzo, ma quando entra con la fascia da capotano si intuisce che la cosa è temporanea.
6 Chilwell Occupa la fascia meno battuta dal Milan, ma la presidia con prudenza.
6 Sterling Duetta senza affondare i colpi, cresce in autorevolezza col passare dei minuti, però si lascia rimontare da Kalulu. Dal 29′ st Broja 6: ingresso di conserva per il talento studiato dalla serie A.
6,5 Mount Più pungente dell’omologo, fabbrica strappi utili e segna pure in raffinato pallonetto, cancellato per fuorigioco. Dal 29′ st Havertz 6: altro declassato, si sforza di recuperare terreno.
6,5 Aubameyang Si sacrifica nel raccordo col centrocampo, essenziale per il sistema tattico del Chlesea.  Poi sublima la partita da ex col tocco ravvicinato del 2-0. Dal 20′ st Gallagher 6: vivace, alle spalle delle punte.
7 Potter Festeggia il debutto in Champions con mosse azzeccate. Nella girandola dei moduli sceglie con buon fiuto la difesa a tre, che a centrocampo favorisce l’affollamento e la fisarmonica propedeutica all’ingresso in area.

Milan

6 Tatarusanu Mount lo chiama subito alla parata, Silva al bis. Il tris, sempre sull’illustre ex, non serve, ma attesta la sua prontezza. Sul destro di James forse poteva fare di più.
4 Dest Cincischia, sfarfalleggia e copre male. Né terzino, né esterno che offende: un ibrido senza costrutto, con l’aggravante del crollo nella ripresa.
6,5 Kalulu Il più tenace, il più intraprendente, il più concentrato in difesa, anche se nella mischia fatale il pallone gli rimane lì. Un salvataggio da molla su Sterling.
4,5 Tomori Contro la sua squadra che non ha creduto in lui sembra non credere in se stesso. Galleggia davanti a Tatarusanu, di mestiere, pasticcia sul corner del gol di Fofana, non intercetta il cross del gol di Aubameyang.  
4,5 Ballo-Touré Incassa un giallo precoce per un’entrata evitabile su James e il fatto lo condiziona. Spinge poco e tampona senza rischiare la scivolata. Poi regala praterie a James.  
5,5 Bennacer Capitano costretto a frequenti rincorse e tackle all’inglese, invece di votarsi alla regia prediletta. Dal 28′ st Pobega 6: tenace.
6 Tonali Unico italiano in campo dall’inizio, s’infila in area alla Tardelli, ma è un guizzo isolato, poi il Chelsea s’impossessa del pallone col ritmo.
5 Krunic Si immola all’ammonizione per coprire fuori zona Leao e si accentra spesso, anche per indole. Calcia oltre meta la respinta di Kepa a fine primo tempo. Dal 20′ st Gabbia 6: aggiusta un po’ la difesa.
4,5 De Ketelaere Ha più libertà che nel campionato italiano, ma non ne approfitta. Si accontenta del traccheggio e soprattutto spreca l’invenzione di Leao. Dal 20′ st Rebic 5: entra a destra, nel nuovo 5-2-3, a risultato compromesso e di evdente malavoglia.
5,5 Leao Puntate classiche, abbastanza vacue, fino a quella con cui lascia sul posto mezza difesa avversaria: De Ketelaere telefona a Kepa il tiretto allegato. Esce mal volentieri. Dal 28′ st B.Diaz 5,5: zampetta nel traffico
5,5 Giroud Sponde e torri, col disturbo di Thiago Silva, più veterano di lui. Ne esce sconfitto, non solo per colpa sua. Dal 27′ st Origi 5,5: poche colpe, ma anche pochi palloni giocati.  
5 Pioli Si lamenta col quarto uomo per le entratacce iniziali sui suoi esterni, ma appare consapevole delle difficoltà tecniche e tattiche. Con gli uomini contati, non ha molto da inventarsi.

5,5 Arbitro Makkelie Dirige con metro ondivago, un po’ all’inglese e un po’ no.
 
 

Le pagelle di Chelsea-Milan: James devastante. Disastro Dest, De Ketelaere un fantasmaFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
6 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

voglio vedere la faccia da por** dell ‘opinionista tv beeeelanista beeeelante come un caprone marti/merdinelli, la scro** debosciata che l’anno scorso si mise a ridere in diretta per il gol del real contro l’inter…
FAMMI VEDERE IL TUO FACCIONE DA MAIA** CHE SI GODE TRE 3 PERAZZE!!!

castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

ma quanto l’hanno pagato il bambinello de ketelere?
piú o meno di asllani?

castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

sumaaaaaaa?
mario sumaaaaaaa? dove seiiiii?
sta ancora dormendooooo?
guarda che non é un incubooooo…
AVETE PRESO DAVVERO ALTRE TRE3 PERAZZE IN EUROPA, dove gli arbitri non vi regalano i rigorelli!!!

castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

certo che vedere il sui** merdi/martinelli beeelanista ridacchiare in tv perla classifica di champions della rube, DOPO CHE IL SUO BEEEELANACCIO HA APPENA PRESO TRE 3 PERAZZE, é proprio vergognoso e schifoso.
é un disonore per il giornalismo italiano.

castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

leao merdavigliao… forte con le deboli e penoso con le forti.
tipico stile bauscia da arcore.

castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

La Gazzetta dello Sport su De Ketelaere: “Stecca ancora. E adesso rischia la panchina”
ma questo bambinone non ancora crersciuto é costato piú o meno di calhanoglu?