Le pagelle di Bologna-Milan: Arnautovic guerriero, Ibrahimovic precario

Bologna
Skorupski 5.5
L’uscita timida sul cross di Tomori, con quella respinta un po’ asfittica, ha il suo peso su un 2-0 che si poteva evitare. Sul primo è sfortunato, si aspettava il rasoterra, gli esce una traiettoria che lo fa apparire pure goffo. La parata su Giroud però vale oro, sul 2-2. Dopo su Bennacer e Ibra nulla può.
Soumaoro 4.5 Si perde Krunic su una palla di Kjaer di facilissima lettura. Poi sbaglia anche Valeri, ma l’ingenuità del francese, che poi incoccia sul bosniaco facemdosi espellere, è grave e letale.
Medel 6  Sfortunato sulla deviazione (sinistro di Leao al 16’) che inganna Skorupski. Non molla un centimetro, da lì alla fine (42’ st Orsolini sv)
Theate 6.5 Decisamente applicato su Ibra, ma quel tipo di partita lì dura fino all’1-0. Dopo ne nasce un’altra impervia, ma lui sfiora persino il 3-2.
De Silvestri 6 Schierato inizialmente da esterno molto alto, finisce in fretta a fare il laterale di destra. Patisce un po’, ma è inevitabile.
Soriano 5.5 L’assist per Barrow, quello del 2-2, è una gran giocata. Ma lascia il Bologna in 9 per un’etrataccia non cercata ma lo stesso pericolosa sulla caviglia di Ballo Touré dopo 12’ minuti della ripresa.
Dominguez 6.5  Pimpante battagliero, sul pezzo. Gran momento. Esce per non guastarsi il polpaccio (18’ st Schouten 6: paga la mancanza di ritmo ma dà tutto, pur non lucidissimo)
Svanberg 6.5 Piazza alcuni strappi esaltanti, pare andare al doppio rispetto a Bennacer. Il suo spirito di sacrifico è encomiabile,
Hickey 6 L’avvio è dirompente, poi in 10 soffre visibilmente, ma la prestazione c’è (18’ st Dijks 6: fa quel che può).
Arnautovic 6 Al 13’, sullo 0-0, di testa da corner da due passi non inquadra la porta. Occasionissima. Poi si danna, protesta, sbraita e fa una gran giocata che dà il la al 2-2. Da lì in poi veste panni eroici con ripiegamenti strappa applausi (38’ st Santander sv).
Barrow 6 Il pallone che perde e da cui scaturisce l’1-0 rossonero gli annebbia le idee per un po’. Il 2-2 infiamma letteralmente il Dall’Ara (18’ st Binks 6: fra Giroud e Ibra il lavoro non gi manca, alza il bunker, finché può).
All: Mihajlovic 6.5 Gliene capitano di tutti i colori, ma lui l’aveva preparata bene e riesce persino ad aggiustarla prima in 10 poi in 9. Non a caso la squadra esce fra gli applausi.

Milan
Tatarusanu 5
Un’uscita bassa su Arnautovic e un po’ di stretching. Non poteva immaginare il seguito, di cui è corresponsabile. Salvataggio d’obbligo su Arnautovic.
Calabria 6 Dopo gli assalti iniziali di Hickey, la superiorità numerica gli offre praterie, anche se il destro del 2-0 lo scocca da mediano in avanscoperta, ruolo che non disdegna. Si lascia bruciare da Barrow sul 2-2.  
Kjaer 5,5 Quando il bollente Arnautovic non è nei pressi, lui volentieri si dedica al lancio. Quello su Krunic frutta il rosso che sembra indirizzare la partita. Sbaglia la scivolata sul taglio di Soriano.
Tomori 5,5 Gradisce subito il gioco d’attacco del Bologna, fatto di imbucate e gare di scatti che ne esaltano la velocità. In 11 contro 10 può affinare il palleggio. Ma abbocca al ricamo di Arnautovic nel fazzoletto. 
Ballo-Touré 6,5 L’insistenza di Pioli nel mantenerlo come vice Hernandez è premiata: la fuga dell’1-0 di Leao nasce da un suo anticipo con annesso contropiede, ma non è la sola giocata riuscita al terzino intraprendente, che causa pure il rosso a Soriano. Dal 40’ st Kalulu.
Bennacer 7 Governa con profitto il pallone, smistandolo rapidamente. Sa gestire il ritmo e indovina la battuta al volo che aggiusta la partita.
Tonali 6 Dopo molte esibizioni da regista di fatto, qui le cose più riuscite sono i recuperi del pallone e le coperture. Ammonizione severa. Dall’1’ st Bakayoko 5: Salta a vuoto su corner, ingannando Ibra, e in generale non convince nel trascinare il pallone nella fase della doppia superiorità numerica.
Castillejo 6 Schierato dall’inizio, non ripete gli strappi che avevano abbattuto il Verona, ma contiene comunque Hickey. Esce per infortunio al flessore. Dall’1’ st Saelemaekers 5,5: non è in un momento di particolare brillantezza, salta di rado gli avversari, anche quando sono in affanno per crampi e fatiche assortite.
Krunic 6 Fiuta lo scatto giusto, dettando a Kjaer il lancio dell’espulsione di Soumaoro. Non sarà un trequartista di ruolo, però in assenza degli addetti alla rifinitura funziona anche lui. Dal 15’ st Giroud 6: parsimonioso nelle giocate, ottiene spesso da Ibra il monopolio dell’area, che sfrutta per la testata sventata da Skorupski.   
Leao 6 Ormai è evidente che la posizione di ala sinistra gli appartiene, anche se non è l’unica, infatti ogni tanto ruota con Ibra e Krunic. Imprendibile se innesca la falcata accentrandosi, è anche fortunato sull’1-0 per la deviazione di Medel.   
Ibrahimovic 5,5 Il gol d’arte nel finale non lo emenda stavolta dal precario contributo precedente. Presto la smorfia di dolore e la sua occhiata allarmata al tendine dolente, dopo un contrasto sulla trequarti, mettono in apprensione i tifosi. Attraversa circospetto il resto del tempo, fino al fattaccio dell’autogol. Poi l’orgoglio del fuoriclasse emerge alla distanza: fa il regista d’attacco, da fermo, e piazza il tiro vincente. 
Pioli 6 La formazione era praticamente obbligata, ma ha il merito di non cadere nella tentazione delle stranezze: il canovaccio è quello, la squadra deve interpretarlo. Solo che gli interpreti sembrano parecchio stanchi.

Valeri 5 L’arbitro, invece, cede un po’ alla tentazione dell’eccesso di protagonismo, non solo per le espulsioni contestate dal Bologna, 

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x