Le pagelle di Atalanta-Milan: Demiral disorientato, Theo Hernandez inarrestabile

Atalanta
5 Musso
“Idolo indiscusso”, secondo lo striscione in rima, tradisce la fama con la parata difettosa al primo assalto.
5,5 Djimsiti Copre la sua zona meglio dei compagni di reparto.
5 Demiral Disorientato dalle rotazioni milaniste in velocità e assente sulla fuga di Calabria. Dall’1’ st Koopmeiners 6: offre peso e soccorso nell’impostazione.
5,5 Palomino Non riesce a opporsi all’azione del gol fulmineo e soffre anche nel seguito.
6,5 Zappacosta Per pungere, punge parecchio a mo’ di ala destra, ma s’imbatte in Maignan. Conquista il rigore con un tiro dal limite.
6 De Roon Patisce i contrattacchi dei velocisti avversari che sfrecciano attraverso la mediana, ma nel secondo tempo è difensore prezioso.
4,5 Freuler Aggredito dal pressing furioso, ne subisce il vortice: su Tonali perde palla come un novellino. Dal 42’ st Pasalic 6: spinge in porta il 2-3. 
5,5 Maehle Da terzino di spinta è impreciso nei controlli, da trequartista è adattato al ruolo. Dall’11’st Muriel 5,5: defilato a sinistra, incide poco.
6 Pessina Comincia con fervore, ma un muscolo ferito lo sconfigge, dopo uno scatto su Tomori. Dal 24’ st Pezzella 6: esegue con intensità il compito di spingere sulla sinistra.
5,5 Malinovskyi Sornione da punta, sfiora il pari in scivolata. Col lieve arretramento ha meno spazio. Dall’11’ st Ilicic 5: porta troppo palla, con riflessi torpidi.
6,5 Zapata Panteresco, semina talvolta Kjaer. Maignan gli stoppa un rasoterra e una sferzata di testa, lui segna dal dischetto e provoca astutamente anche il secondo gol.  
6 Gasperini Prova a riaggiustare la partita presto compromessa, affossata dal fedelissimo Freuler.

Milan
7 Maignan
Salvatore della porta su Zapata e Zappacosta: i tifosi appezzano.
7,5 Calabria L’istinto lo guida subito alla volata della gloria: non è l’unico suo merito. Il premio è la Nazionale per l’infortunio di Toloi.
6,5 Kjaer Non si arrende alle finte di Zapata, via via le impara.
7 Tomori Arpiona da contorsionista palloni selvaggi, altri li cattura grazie alla velocità
8 Hernandez Percorrendo il campo anche in longitudine, perfora magistralmente sul primo e sul terzo gol l’assetto atalantino. Dal 35’ st Ballo Touré sv.
7,5 Tonali Calamita il pallone oppure lo fiuta: l’azione in cui lo stradica a Freuler risolve la serata. Dal 35’ st Bennacer sv.
6,5 Kessié Risponde con una partita ordinata e solida alle facili sentenze sulla presunta svogliatezza da contratto.
6,5 Saelemaekers Ruota con successo lungo l’intero fronte d’attacco, mancando il possibile 3-0, ed è pure notevole agonista.
6,5 B.Diaz Sguscia con facilità davanti all’area avversaria, anche se con la reazione dell’Atalanta i palloni scarseggiano. Dal 28’ st Junior Messias 5,5: eccolo, infine: esordio circospetto, causa il rigore col mani da Var. La spintarella subita da Zapata sul secondo gol confeziona un debutto un po’ traumatico.
7 Leao Eleganza e stile, appena si mette in moto: comprimario per opportunità, segna comunque con un magnifico colpo d’artista il 3-0. Dal 45’ st Pellegri sv.
6,5 Rebic Costretto a infinito scatti a fisarmonica, rifinitore essenziale.
7,5 Pioli Altra dimostrazione di eccellente strategia.

6 Arbitro Di Bello Attento a placare il nervosismo, ascolta il Var sul rigore contestato dal Milan e sull’intervento di Zapata su Messias.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime