Lazio-Udinese 0-0: all’Olimpico manca solo il gol, Sarri perde Immobile

Al momento stai visualizzando Lazio-Udinese 0-0: all’Olimpico manca solo il gol, Sarri perde Immobile
Lazio-Udinese 0-0: all'Olimpico manca solo il gol, Sarri perde Immobile

ROMA – La Lazio è forse la squadra della Serie A che più dipende da un singolo giocatore, cioè Ciro Immobile. Lo ha perso al 27′ del primo tempo per un sospetto stiramento al flessore sinistro e da qual momento si è capito che per i biancocelesti sarebbe stato quasi impossibile trovare il gol contro questa Udinese solidissima, “fisicamente devastante” (parole di Sarri) e arrivata all’Olimpico per portare via almeno un punto. Missione riuscita: anzi, nella ripresa, con la Lazio priva del suo trascinatore e goleador, è stata proprio la squadra di Sottil ad andare più vicina al gol, anche se ha rischiato tantissimo su un cross di Pedro all’ultimo secondo. Quasi inevitabile lo 0-0, un pareggio giusto che lascia intatte le ambizioni Champions di entrambe. Applausi dei 45mila dell’Olimpico, alla fine.

<< La cronaca della partita >>

Traversa di Samardzic, Silvestri dice no a Milinkovic

E’ la sfida tra due formazioni allestite in modo totalmente differente, visto che la Lazio è tra le squadre più italiane, oggi ben 7 titolari, mentre l’Udinese si presenta con tutti stranieri – sono 22 su 26 della rosa – meno il portiere Silvestri e il terzino Udogie. Sottil sceglie il tedesco Samardzic – una delle rivelazioni della stagione – al posto di Lovric, Sarri preferisce Casale a Patric perché l’ex Verona è alto quasi come il rivale Beto, 1,95 (il difensore) contro 1.94 (l’attaccante). Il tema è la fisicità dell’Udinese contro la qualità della Lazio e per mezz’ora è una partita interessante, con pressing feroce a centrocampo, qualche errore di troppo e almeno due occasioni a testa: traversa di Samardzic, più tardi stoppato in extremis a pochi passi da Provedel; dall’altra parte, capolavori di Silvestri prima su Felipe Anderson, liberato da un altro tacco magico di Milinkovic, e poi su un colpo di testa dello stesso Milinkovic (assist di Lazzari).

Si fa male Immobile, Sarri cambia

Ma l’episodio principale del primo tempo arriva al 27′: dopo uno scatto, Immobile si tocca dietro la coscia sinistra. Sospetto stiramento al flessore, il centravanti della Lazio è costretto a uscire e va considerato in dubbio per il derby del 6 novembre. In più, la squadra di Sarri sarà costretta a fare a meno del suo capitano domenica a Bergamo e nelle due ultime – decisive – partite di Europa League. Alla quattordicesima gara di seguito, Immobile ha alzato bandiera bianca. E non essendo stato acquistato sul mercato un vice, Sarri punta su Felipe Anderson falso 9, con Pedro sulla fascia destra. Dopo l’infortunio di Immobile, la partita si spegne fino alla fine del primo tempo: la Lazio non trova soluzioni di gioco alternative, l’Udinese resta guardinga dopo i due pericoli scampati.

Provedel chiude la porte

Nella ripresa le occasioni migliori sono di marca Udinese: Udogie alza di testa da pochi passi, Provedel salva il risultato su Pereyra al 27′ e successivamente è salvato dalla traversa sul tiro di Deulofeu: bravissimi i due portieri, certezze assolute per Sarri e Sottil. Non a caso, quinto clean sheet consecutivo per i biancocelesti, migliore difesa del campionato. Nella Lazio molto attivo Zaccagni, che crea palle-gol ma si perde nell’attimo decisivo. Stavolta non ha inciso l’inserimento di Luis Alberto, mentre ha convinto di nuovo Vecino da play al posto di Cataldi, uscito a metà ripresa. In panchina, Immobile cupo: senza lui e Dybala – a meno di recuperi miracolosi – quello del 6 novembre sarà un derby più povero.

Lazio-Udinese 0-0
Lazio
(4-3-3): Provedel; Lazzari, Casale, Romagnoli, Marusic; Milinkovic, Cataldi (21′ st Luis Alberto), Vecino; Felipe Anderson (43′ st Cancellieri), Immobile (30′ pt Pedro), Zaccagni. (1 Maximiano, 31 Adamonis, 34 Gila, 4 Patric, 26 Radu, 16 Kamenovic, 23 Hysaj, 6 Marcos Antonio, 88 Basic, 18 Romero).
All: Sarri
Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao (19′ st Ebosele), Bijol, Pérez; Pereyra, Samardzic (18′ st Lovric), Walace, Makengo (26′ st Arslan), Udogie (38′ st Ehizibue); Beto (18′ st Success), Deulofeu. (20 Padelli, 99 Piana, 8 Jajalo, 14 Abankwah, 17 Nuytinck, 30 Nestorovski). All: Sottil
Arbitro: Colombo di Como
Recupero: 2′ e 3′
Angoli: 7-3 per la Lazio
Ammoniti: Becao, Pérez, Milinkovic, Lovric per gioco falloso
Spettatori: 45mila spettatori

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments