Lazio-Sassuolo 2-1: Lazzari e Milinkovic archiviano la delusione del derby

Lazio-Sassuolo 2-1: Lazzari e Milinkovic archiviano la delusione del derby

ROMA — Ti aspetti Immobile e Scamacca, era il loro duello, invece spuntano Lazzari, Milinkovic e Traoré. Anzi, i due centravanti sono stati tra i peggiori in campo. In generale, la Lazio ha giocato meglio del Sassuolo e ha meritato la vittoria (2-1): così i biancocelesti ripartono dopo il derby straperso e passano la notte al quinto posto, in attesa delle partite di Roma e Atalanta. Formidabile Milinkovic, il migliore per distacco, mentre ha deluso Immobile, nervoso per le polemiche seguite all’eliminazione dell’Italia dal Mondiale: il capitano biancoceleste ha sprecato tre palle-gol facili per un goleador del suo spessore. Male anche Scamacca, considerato l’erede di Ciro in azzurro. Bene invece la Lazio, di nuovo in versione sarriana dopo l’inspiegabile black out nel derby.

<<la cronaca della partita>>

Primo tempo spettacolare, con un gol, un rigore non concesso (fallo di Ferrari su Patric) più sei occasioni sprecate dalla Lazio e altre tre dal Sassuolo, compreso il palo di Frattesi. Dopo un salvataggio di Strakosha su Scamacca (“scavetto” respinto in uscita), la squadra di Sarri si scuote e inizia a macinare gioco, trascinata da un Lazzari scatenato sulla destra. È proprio l’esterno a firmare il vantaggio biancoceleste: intercetta un passaggio di Ferrari sulla trequarti, salta in dribbling un difensore e dal limite dell’area di sinistro trova l’angolo lontano. A Sarrilandia è il dodicesimo gol nato recuperando la palla nella metà campo avversaria: nessuno in Serie A ha fatto meglio della Lazio in questa situazione. L’1-0 sblocca i biancocelesti, che sfiorano ben cinque volte il raddoppio: tre con Immobile, impreciso in particolare su due assist perfetti di Felipe Anderson; poi due parate di Consigli, su tiri di Marusic e dello stesso Anderson. Il palo di testa di Frattesi chiude un primo tempo divertente (18 tiri in tutto), che ha messo in evidenza pregi (la fase offensiva, il pressing, la rapidità nelle ripartenze) e difetti (la difesa) delle due squadre.

La ripresa inizia con un altro errore sotto porta di Immobile, stavolta su rifinitura geniale di un ispiratissimo Milinkovic. Ed è proprio il serbo al 6′ a
segnare il 2-0: lancio di Luis Alberto e deviazione di sinistro per la nona rete del “Sergente” in campionato. Il Var ha controllato a lungo la posizione del centrocampista biancoceleste – corteggiato da United e Psg – prima di confermare la regolarità del gol. In pieno recupero, Traorè ha ridotto le distanze. Da segnalare l’ennesima contestazione della Curva Nord nei confronti di Acerbi, perfino mentre era a terra infortunato.

Il tabellino

Lazio (4-3-3): Strakosha 6.5 – Lazzari 7.5, Patric 6.5, Acerbi 6, Marusic 6.5 – Milinkovic 8 (40′ st Basic sv), Leiva 6.5 (34′ st Cataldi 6), Luis Alberto 7 (47′ st Akpa Akpro sv) – Felipe Anderson 7, Immobile 5, Zaccagni 6.5. All.: Sarri 7.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 5.5 – Muldur 5 (29′ st Yoljan 6), Ayhan 5, Ferrari 5, Kyriakopoulos 4.5 (1′ st Rogerio 6) – Henrique 5, Frattesi 5.5 (29′ st Harroui 6) – Defrel 5 (40′ st Oddei sv), Raspadori 5.5, Traoré 6.5 – Scamacca 4.5 (44′ st Samele sv). All.: Dionisi 6.

Arbitro: Rapuano 5.

Reti: 17′ pt Lazzari, 6′ st Milinkovic, 49′ st Traoré.

Note: ammoniti Kyriakopulos, Felipe Anderson, Frattesi, Harroui; spettatori 18mila circa.

Lazio-Sassuolo 2-1: Lazzari e Milinkovic archiviano la delusione del derbyFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments