Lazio, Sarri: “Pedro fenomenale. Napoli per me non sarà mai una partita normale”

MOSCA – “Era la giornata decisiva di un girone difficilissimo: la qualificazione è arrivata, ora dobbiamo provare a centrare il primo posto per l’accesso diretto agli ottavi”. Maurizio Sarri non nasconde la propria soddisfazione per la pesante vittoria per 3-0 a Mosca che consente alla Lazio di proseguire il cammino in Europa League. Il tecnico biancoceleste analizza così la partita: “Nel primo tempo abbiamo un po’ sofferto la loro pressione che era abbastanza forte. Hanno avuto un inizio aggressivo, falloso e non era semplicissimo venir fuori da dietro. Poi dopo essere passati in vantaggio ci hanno concesso spazio e i ragazzi sono stati bravi a sfruttarlo, creando tantissime palle gol”.

“Pedro determinante con la sua qualità, bene Basic e Patric”

Sarri poi passa a parlare dei singoli e loda, in primis, Pedro: “È un giocatore fenomenale. Quando ha queste serate è uno che cambia la partita ed è normale che sia così. Si possono avere tutti i livelli di organizzazione che stiamo cercando, ma la qualità determina la differenza. Abbiamo fatto 5 cambi rispetto alla gara di sabato scorso, mettendo una formazione comunque competitiva con il rientro di Immobile. C’è Zaccagni a cui serve continuità, ho visto una buona partita di Basic e poi mi è piaciuto Patric: è andato molto bene da esterno”.

“Contro il Napoli non sarà mai per me una partita normale”

In chiusura una battuta sul prossimo match di campionato a Napoli, posticipo della 14esima giornata, in programma domenica sera al Maradona: “Ho il batticuore per come usciranno i ragazzi da questa partita, ma Napoli per me non sarà mai una partita normale, ora però bisogna recuperare in fretta”, conclude.

Immobile: “Grazie ai compagni”

Ciro Immobile ringrazia i compagni dopo la doppietta: “Pedro ci ha dato molta vivacità, Felipe Anderson ha stancato gli avversari. Voglio menzionare anche Zaccagni che è tornato e ci sta dando un grandissimo aiuto. Adesso stiamo bene, stiamo assimilando i concetti del mister e stiamo venendo fuori, anche la difesa sta ingranando – aggiunge l’attaccante biancoceleste ai microfoni di Lazio Style Channel – Al primo rigore ero molto più tranquillo, poi tirare due rigori ravvicinati mi spaventa un po’. Fortunatamente sono riuscito a tirarlo meglio del primo altrimenti il portiere me lo avrebbe parato. Ora riposiamoci, andiamo a Napoli per fare il nostro gioco anche se affronteremo una squadra che è in formissima e che è in testa al campionato”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime