Lazio, Sarri: “Il derby ha lasciato scorie, questa reazione non era scontata”

“Abbiamo reagito bene alla sconfitta nel derby, non era facile”. Maurizio Sarri accoglie con soddisfazione il ritorno alla vittoria della Lazio contro il Sassuolo: “Siamo stati bravi a ripartire nel modo giusto. Il derby ci era rimasto addosso, ha lasciato scorie pesanti, visto che proprio non l’abbiamo giocato, e per me pesantissime dal punto di vista morale. Mi ha lasciato una sensazione veramente pesante per come è maturata la sconfitta. Mi vergognavo di andare a Formello. Scendere in campo con questo atteggiamento era una speranza, non era scontato vedere questa gara. Invece l’abbiamo fatta ad altissimo livello contro una squadra che ha vinto spesso contro le big in questa stagione. Mi è piaciuta stavolta anche la prestazione difensiva: il Sassuolo ha potenzialità offensive eccezionali e non gli abbiamo concesso più di tanto”.

“Immobile sereno, a Palermo non ha disputato una brutta partita”

Sarri non ha pensato due volte a confermare la fiducia a Immobile, dopo le mille polemiche per la prova incolore in Nazionale contro la Macedonia del Nord: “L’ho visto sereno. E’ vero che a Palermo ha sbagliato gol non da lui ma non ha disputato, a mio avviso, una brutta partita. Poi chiaro che ti aspetti sempre il gol da uno come lui ma ha lavorato per la squadra”.

“Le voci di partenze? Lotito mi dirà se sono offerte irrinunciabili”

In chiusura il tecnico biancoceleste commenta così le voci delle possibili partenze a fine stagione di Milinkovic-Savic e Luis Alberto: “Non sono preoccupato al momento, stiamo costruendo la squadra con il presidente Lotito. Parlerò con lui e mi dirà se per i giocatori ci sono delle offerte irrinunciabili o meno. Adesso però rimaniamo concentrati sulle ultime partite del campionato, poi penseremo al futuro altrimenti faremo un finale di stagione scadente”.

Milinkovic-Savic: “Proviamo a puntare alla Champions”

Sergej Milinkovic-Savic, dal canto suo, preferisce guardare la classifica: “Serviva una risposta. Abbiamo fatto vedere da subito che non siamo quelli del derby. Abbiamo vinto contro un Sassuolo che gioca bene. Era una partita difficile, ora ne avremo altre 7 e vogliamo arrivare più in alto possibile. Io top player? Mi piace sentirlo dagli altri, non dirlo io. Io cercherò di fare la doppia doppia (gol e assist, ndr) e portare la Lazio nelle prime 4. Difficile, ma noi ci proveremo”. A un certo punto ha chiesto il cambio. E spiega così il motivo: “Perché ero stanco, sono arrivato qui solo due giorni prima della partita. Visto il risultato e visto che stavamo andando bene ho chiesto di essere tolto per recuperare per la prossima. Sul gol Luis Alberto mi ha chiesto se avevo toccato il pallone, poi è servito molto tempo per il Var. Era giusto vederlo, ma siamo stati fermi quasi 4’…”, conclude il serbo con un pizzico di polemica.

Lazzari: “Sto raccogliendo i frutti dopo tanto lavoro”

Manuel Lazzari, protagonista del gol che ha spianato la partita alla Lazio, ritrova il sorriso: “Dopo il gol volevo andare da Reina che me lo aveva detto. Siamo un grande gruppo, siamo tutti amici. Lo dedico alla mia compagna che era tanto che non veniva allo stadio. Quest’anno sono sfortunato sotto l’aspetto fisico e passare da una difesa a 5 rispetto a una a 4 non è facile. Non mi sono mai buttato giù, ho cercato di migliorare, e ora sono contento di raccogliere questi frutti. Io sono un terzino di spinta, mi piace attaccare e devo migliorare la fase difensiva. La difesa di Sarri, con la linea alta, non è facile ma ce la sto mettendo tutta e ora vedo i risultati”.

Lazio, Sarri: "Il derby ha lasciato scorie, questa reazione non era scontata"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments