Lazio, Sarri: “Buona partita, serviva messaggio forte dopo il derby”

GENOVA – Un poker sul banco di Marassi per proseguire l’inseguimento al quinto posto. E’ quello che cala la Lazio travolgendo il Genoa, così da cogliere il secondo successo di fila e mandare un segnale alla concorrenza. “Non siamo stati perfetti, ma abbiamo fatto una buona partita. Questa è una squadra difficile da affrontare, che mette tanta intensità, ma siamo stati bravi a palleggiare con qualità costruendo diverse situazioni da gol – l’analisi del tecnico Maurizio Sarri ai microfoni di Sky Sport – In trasferta stiamo facendo bene, purtroppo abbiamo perso il derby. Dopo quella partita persa volevo ci fossero messaggi forti, quella partita è inspiegabile e volevo che venisse fuori questo messaggio”.

“Metto la squadra a disposizione dell’attaccante”

Il discorso scivola poi sul mattatore di giornata, Ciro Immobile. “Se hai un attaccante che fa più di 30 gol l’anno diventa determinante per scegliere le soluzioni di gioco. Cristiano Ronaldo ha fatto più gol di tutti con me, Hazard lo stesso: io metto a disposizione dell’attaccante la squadra, poi l’etichetta dell’integralista mi è rimasta addosso”, sottolinea l’allenatore dei biancocelesti, prima di soffermarsi sui singoli: “Per Lazzari l’80% del merito è suo, ci ha provato e piano piano ce l’ha fatta. Con la sua accelerazione il quarto può farlo con la sigaretta. Felipe Anderson? Se giocasse sempre al 100% non sarebbe alla Lazio né tantomeno in Italia. Ha qualità fisiche e tecniche straordinarie, purtroppo ha dei momenti in cui si assenta. Mi dicono che è migliorato molto, speriamo che possa tirare fuori il 100% perché se dovesse terminare la carriera senza farlo sarei molto dispiaciuto”.

“Il rinnovo? Mi trovo bene qui ma penso al campo”

Infine, stimolato dalle domande dei cronisti, un pensiero sul rinnovo. “A me non interessa granché. Il futuro per me è il Torino perché questa è una squadra a cui bisogna stare dietro, troppo spesso ci ha abbandonato nei momenti positivi. Io mi voglio concentrare su questo perché se troviamo continuità possiamo fare cose importanti. Poi vedremo come la pensa il presidente, ma passa in secondo piano. Io mi trovo molto bene, questo è un ambiente particolare, fatto di persone straordinarie – chiosa Sarri – e ci sto benissimo”.

Immobile: “Ora esprimiamo il gioco che vuole Sarri”

“Questo è uno step di crescita che ci serve. All’inizio abbiamo fatto fatica, ora stiamo esprimendo quello che ci chiede il mister. Ci manca un pizzico di continuità, ci stiamo divertendo e stiamo facendo divertire la gente. Sarri? Sta diventando importante, abbiamo passato una settimana a parlare chiedendomi di non diventare diverso da quello che sono, penso oggi sia contento”. Così ai microfoni di Sky Sport Ciro Immobile, attaccante biancoceleste che al ‘Ferraris’ ha realizzato una tripletta che lo riporta in vetta alla classifica marcatori davanti a Vlahovic. “Lui sta facendo un grande campionato, è molto difficile. Come sempre il mister e i compagni mi mettono nelle condizioni di fare questo ed è così da quando sono qui. Il merito è anche della mia famiglia che mi è stata vicino in questo momento”, aggiunge Immobile. Impossibile non parlare di Nazionale con il centravanti che si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Le critiche fanno parte di questo sport, ma quando si inventano cattiverie non mi piace. Sono più che dispiaciuto dell’eliminazione al Mondiale, ma ho le stesse responsabilità di tutti gli altri. Quando arriva una sconfitta così grande non si può puntare il dito contro nessuno. Il mio futuro in Nazionale? Io sono uno che non si tira mai indietro, ora punto a finire il campionato, raggiungere obiettivi con la Lazio – conclude Immobile – e poi vediamo”.

Lazio, Sarri: "Buona partita, serviva messaggio forte dopo il derby"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments