Lazio-Lokomotiv Mosca 2-0, gol Basic e Patric: biancocelesti ancora in formato derby

ROMA – La Lazio cavalca l’onda lunga della vittoria nel derby, batte 2-0 la Lokomotiv Mosca e riscatta il ko di Istanbul contro il Galatasaray. Nella seconda giornata della fase a gironi di Europa League la squadra di Sarri domina la sfida dall’inizio alla fine e, se non fosse per qualche errore di troppo sotto porta, potrebbe chiudere il match con un successo ben più ampio.

<<La conaca della gara>>

In porta spazio a Strakosha

Sarri ripropone Strakosha tra i pali, nonostante il clamoroso autogol di Istanbul, e si affida al turnover, senza però rinunciare ad alcuni uomini chiave, come Acerbi al centro della difesa, Luis Alberto in mediana e al trio d’attacco Felipe Anderson-Immobile-Pedro. I biancocelesti assumono il controllo delle operazioni fin dalle prime battute e sfiorano il vantaggio al 9’, con una conclusione di Luis Alberto deviata in angolo da Guilherme.

Apre Basic, Patric raddoppia

Al 13’ la Lazio concretizza la sua superiorità e passa grazie all’inserimento vincente di Basic, che appoggia in rete il morbido traversone di Pedro. La squadra di Sarri colleziona un’opportunità dietro l’altra per il 2-0, due volte con Immobile e al 38’ con Felipe Anderson, fermato da una prodezza di Guilherme. Sul successivo corner, però, Patric trova il meritato raddoppio, correggendo in gol sulla linea un colpo di testa di Acerbi.

Muriqi manca il gol

Al 42’ Muriqi, entrato al posto di un dolorante Immobile (il fastidio non sembra preoccupante), vede murata la sua conclusione a botta sicura da distanza ravvicinata. In tutto il primo tempo i russi si fanno vedere soltanto con Smolov, sul quale Strakosha è bravo a chiudere sia al 27’ che al 45’, e il doppio vantaggio con il quale la Lazio va al riposo è stretto per i capitolini.

Lazio in controllo

L’avvio di ripresa vede i padroni di casa tornare sul terreno di gioco con un ritmo più compassato rispetto alla prima frazione. Acerbi e compagni, tuttavia, appaiono sempre in controllo e appena alzano i giri fanno tremare i russi con una clamorosa traversa di Pedro al 64′. Sarri si affida ai cambi per gestire le energie in vista della trasferta di domenica a Bologna, ma nell’ultima parte di gara c’è ancora spazio per le offensive dei biancocelesti, che continuano a costruire buone trame.

Tris solo sfiorato

Milinkovic-Savic e Felipe Anderson, probabilmente il migliore in campo, falliscono altre due ottime chance e il punteggio non cambia. La Lazio sale così a quota tre punti, riscattando prontamente il ko di Istanbul e volando al secondo posto in classifica, a una sola lunghezza di distanza proprio dal Galatasaray.

Lazio-Lokomotiv Mosca 2-0 (2-0)
Lazio (4-3-3): Strakosha; Lazzari (29′ st Marusic), Patric, Acerbi, Hysaj; Luis Alberto (15′ st Milinkovic-Savic), Cataldi (15′ st Leiva), Basic; Felipe Anderson, Immobile (41′ pt Muriqi), Pedro (29′ st Raul Moro). All. Sarri.
Lokomotiv Mosca (4-4-2): Guilherme; Zhivoglyadov, Barinov, Pablo, Rybchinskiy; Zhemaletdinov (37′ st Lisakovich), Maradishvili (27′ st Kerk), Kulikov, Beka Beka; Smolov, Anjorin (37′ st Petrov). All. Nikolic.
Arbitro: Craig Pawson (Eng).
Reti: 13′ pt Basic, 38′ pt Patric.
Note – serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Cataldi, Beka Beka, Lazzari, Rybchinskii. Angoli: 5-4. Recupero: 1′ pt; 3′ st.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime