Lazio, caso tamponi: due mesi di inibizione a Lotito

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è stato punito con due mesi di inibizione nel processo che lo vedeva coinvolto nel “caso tamponi” per la presunta violazione dei protocolli Covid.

Procura chiedeva 10 mesi

Un sospiro di sollievo per il presidente biancoceleste perché inizialmente la Procura, secondo quanto riferito dall’avvocato del club capitolino Gianmichele Gentile, aveva chiesto una squalifica di 10 mesi. Oltre a Lotito la Corte federale, presieduta da Marco Lipari e chiamata dal Collegio di Garanzia del Coni ad effettuare una nuova valutazione sul caso tamponi, ha inibito per cinque mesi i due medici Fabio Rodia e Ivo Pulcini (la richiesta era di 11) mentre l’ammenda iniziale di 150mila euro è stata ridotta a 50mila. Si chiude dunque una vicenda durata esattamente un anno.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x