Lazio-Cagliari 2-2: un gran gol di Cataldi salva i biancocelesti

ROMA – Una magia di Cataldi salva la Lazio da un clamoroso ko interno contro il Cagliari dopo le sconfitte col Milan in campionato e col Galatasaray in Europa League. Termina 2-2 tra capitolini e sardi, adesso guidati da Mazzarri dopo l’esonero di Semplici, in un match bello, divertente e combattuto. Nel finale del primo tempo la sblocca Immobile, ma a inizio ripresa pareggia Joao Pedro, il migliore in campo. Poi raddoppia per gli ospiti l’ex Keita Balde. Assedio laziale nella parte finale del match e pari meritato trovato da uno splendido destro di Cataldi.

<<La cronaca della gara>>

Il Cagliari ci prova

Sarri (oggi squalificato, in panchina siede il secondo Martusciello) propone il suo 4-3-3 con Pedro, Immobile e Felipe Anderson in attacco. In difesa Lazzari viene preferito a Marusic e Reina riprende il suo posto tra i pali dopo la clamorosa papera di Strakosha in Europa League. Mazzarri risponde con un classico 3-5-2 con Joao Pedro e Keita in avanti, mentre sugli esterni operano Nandez e Dalbert. La Lazio comanda il gioco, fa possesso palla e cerca varchi, ma è il Cagliari a rendersi davvero pericoloso. Come quando Nandez crossa in area e Keita di testa leva la palla-gol a Dalbert. Oppure come quando ancora Keita ha il pallone buono, ma Lazzari si immola davanti alla porta. Al 21′ la più grande chance per i sardi: perfetto cross di Lykogiannis e colpo di testa di Nandez sul secondo palo che sbaglia tutto e manda alto.

Immobile colpisce

La Lazio si scuote e Ceppitelli salva nella sua area quando Lazzari cerca pericolosamente Immobile. Cragno è sempre attento e para con facilità due tentativi, rispettivamente di Milinkovic-Savic e di Immobile. Ancora il serbo al 41′ ha l’occasione giusta ma dal limite colpisce male col destro e manda la sfera in curva. Il gol laziale però arriva comunque e proprio al 45′ quando Milinkovic-Savic crossa dalla destra e Immobile stacca di testa anticipando Carboni e infilando Cragno nell’angolino basso del secondo palo.

Pari di Joao Pedro e vantaggio di Keita

Comincia il secondo tempo e dopo una manciata di secondi il Cagliari trova il pari con una strepitosa azione: Joao Pedro appoggia al limite a Marin, gran palla di ritorno e il numero 10 rossoblù di testa con un pallonetto supera Reina. La Lazio reagisce ma non trova varchi con Luis Alberto e Immobile che ci provano in tutti i modi. I sardi non rinunciano comunque a offendere ancora e Nandez prende un clamoroso incrocio dei pali anche grazie a un tocco di Acerbi. E al 63′ gli ospiti addirittura passano con un’altra grande giocata di Joao Pedro che brucia Luiz Felipe e serve Keita in area, palla sul destro e classico gol dell’ex che non esulta.

Cataldi si inventa il pari

A questo punto Martusciello, su indicazione di Sarri, fa entrare Caltandi e Zaccagni al posto di Leiva e Pedro, e la Lazio va all’arrembaggio per trovare il pari, col Cagliari che si chiude tutto dietro. C’è tanto lavoro per Cragno che blocca un colpo di testa di Milinkovic-Savic e, dopo un tiro al volo di Immobile respinto dalla difesa, dice di no alla grande a Luis Alberto. Al 75′ il 2-2 sembra cosa fatta ma un sinistro a botta sicura in area di Immobile viene alzato sulla traversa dal solito Cragno. Il pari è solo rimandato e arriva al minuto 84: il portiere ospite stavolta respinge corto, Milinkovic-Savic ci prova di testa ma viene murato e quindi Cataldi si inventa un destro pazzesco dal limite dell’area con palla sotto gli incroci per il meritato 2-2. In pieno recupero viene espulso per doppio giallo Zappa, ma il Cagliari tiene e Mazzarri conquista il primo punto della sua nuova avventura portando i suoi a quota 2. Per la Lazio 7 punti in classifica.

Lazio-Cagliari 2-2 (1-0)
Lazio (4-3-3): Reina; Lazzari (29′ st Marusic), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic-Savic, Leiva (20′ st Cataldi), Luis Alberto (43′ st Akpa Akpro); Pedro (20′ st Zaccagni), Immobile, Felipe Anderson (43′ st Moro). In panchina: Strakosha, Adamonis, Patric, Radu, Escalante, Basic, Muriqi. Allenatore: Martusciello (vice di Sarri squalificato)
Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis (29′ st Bellanova); Caceres (11′ st Zappa), Nandez, Marin, Deiola, Dalbert (11′ st Walukiewicz); Joao Pedro (43′ st Pavoletti), Keita (29′ st Pereiro). In panchina: Aresti, Radunovic, Altare, Grassi, Oliva, Farias. Allenatore: Mazzarri
Arbitro: Ghersini di Genova
Reti: 45′ pt Immobile, 1′ st Joao Pedro, 17′ st Keita, 38′ st Cataldi
Espulso: Zappa al 48′ st per somma di ammonizioni
Ammoniti: Caceres, Luiz Felipe, Mazzarri
Angoli: 10-1
Recupero: 2′ pt, 5′ st.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime